Fatture false, i genitori di Renzi condannati a un anno e nove mesi

Con l’interdizione di sei mesi da incarichi direttivi nelle imprese e per un anno dai pubblici uffici e dal trattare con la pubblica amministrazione

di Redazione
7 ottobre 2019
17:17
25 condivisioni

I genitori dell'ex premier Matteo Renzi tornano nuovamente al centro della bufera giudiziaria. Il tribunale di Firenze, con il giudice monocratico Fabio Gugliotta, ha condannato Laura Bovoli e Tiziano Renzi alla pena di un anno e 9 mesi di reclusione al termine del processo per due fatture false, e l’imprenditore Luigi Dagostino a due anni di reclusione per fatture false e truffa aggravata. Il giudice ha concesso la sospensione della pena ai coniugi Renzi, che tuttavia sono stati interdetti per sei mesi da incarichi direttivi nelle imprese e per un anno dai pubblici uffici e dal trattare con la pubblica amministrazione. Ma l'avvocato Lorenzo Pellegrini, difensore dei genitori del leader di Italia Viva, dopo la sentenza di condanna dichiara che «i signori Laura Bovoli e Tiziano Renzi sono sereni e tranquilli» . «Naturalmente faremo ricorso», ha aggiunto il legale che ha comunicato il dispositivo della sentenza agli stessi coniugi.

 

Per le fatture false, nel marzo scorso gli imputati erano finiti agli arresti domiciliari su richiesta della procura diretta dal procuratore capo Giuseppe Creazzo. Le fatture contestate dall'accusa al centro del processo sono due: una da 20.000 euro e l'altra da 140.000 euro. Le fatture vennero pagate alla società Party srl (quella da 20mila euro) e alla Eventi 6 srl (quella da 140mila euro) nel luglio 2015. Secondo la procura la fattura da 140mila euro per progetti di fattibilità su aree ricreative e per la ristorazione all'outlet del lusso 'The Mall' di Leccio di Reggello (Firenze) sarebbe per consulenze pagate ma non realizzate. L'altra fattura da 20 mila euro risulta emessa dalla Party srl (unica fattura emessa dalla Party nel 2015), società fondata da Tiziano Renzi (con il 40% della quote) e dalla Nikila Invest, srl amministrata da Ilaria Niccolai (60%), compagna dell'imprenditore Luigi Dagostino.

 

LEGGI ANCHE: I genitori di Renzi ai domiciliari per bancarotta fraudolenta

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio