Treni in Calabria, contratto Regione-Trenitalia: ecco le nuove corse

VIDEO | L'accordo della durata di 15 anni porterà a un incremento dell'offerta ferroviaria e a una maggiore qualità dei servizi

di Rossella  Galati
16 gennaio 2020
19:20
1084 condivisioni
Treno Pop
Treno Pop

È un contratto storico quello sottoscritto lo scorso mese di dicembre tra Regione Calabria e Trenitalia, della durata di 15 anni, per un investimento di 300 milioni di euro che con l’inizio del nuovo anno, da lunedì scorso 13 gennaio, ha portato i primi benefici con l’aumento di corse all'interno del territorio regionale che andranno a colmare alcune lacune segnalate ormai da tempo dall’associazione Ferrovie in Calabria, da anni in prima linea per il rilancio e lo sviluppo dei trasporti su rotaia all’interno del territorio calabresepresieduta da Roberto Galati che spiega:

«Una nuova coppia di treni tra Lamezia Terme Centrale e Locri, una coppia aggiuntiva anche  tra Lamezia Terme Centrale e Catanzaro Lido che, almeno in parte, chiude il buco d’orario serale tra Lido e Lamezia. L'ultimo treno da ora in poi sarà infatti alle 18.19 e non più alle 16.40 come avveniva fino a qualche giorno fa. Cosa per la quale ci siamo sempre battuti. Nuove coppie di treni anche tra Melito Porto Salvo e  Villa San Giovanni e  una coppia aggiuntiva anche sulla Paola - Cosenza».

In arrivo i Pop

Entro il 2020 inoltre arriveranno in Calabria 4 nuovi modernissimi  treni elettrici pop. «Sono dei treni regionali di nuova generazione – afferma  Galati -  acquistati per le linee elettrificate calabresi che  consentono un rapido incarrozzamento anche per le persone diversamente abili. Sono dotati di prese elettriche e porte usb. Si tratta dunque per la prima volta di treni nuovissimi e non riciclati da altre regioni».

Treni made in Calabria

Ma non è tutto, presto infatti a Reggio Calabria saranno costruiti 13 nuovi treni bimodali, dotati sia di motore diesel che di motore elettrico, in grado quindi di circolare sulla linea elettrificata e non. «Dal 1986 nessun treno costruito alla ex Omeca, officine meccaniche calabresi di Reggio, rimaneva in Calabria. Quindi dopo 35 anni avremo dei treni a km 0. Sono treni bimodali dotati anche di un sistema di batterie  che in specifici casi gli permette di camminare in trazione elettrica – spiega il presidente dell’associazione Ferrovie in Calabria -. Ad esempio nella ripartenza dalle stazioni si eviterà l’emissione di fumo che può nuocere ai passeggeri presenti. Inoltre, essendo treni ibridi consentiranno collegamenti diretti tra la Ionica e le località calabresi con linee elettrificate. Ad esempio ad oggi non ci sono collegamenti diretti tra la Ionica e Cosenza, servizio che sarebbe utilissimo soprattutto per gli studenti universitari dell’Unical, perché all’interno della galleria Santomarco, tra Paola e Cosenza, non possono circolare treni diesel. Con i treni bimodali questo sarà possibile. Quindi un treno partirà dalla Ionica, arriverà a Lamezia Terme Centrale, spegnerà il motore diesel e proseguirà con quello elettrico senza far cambiare treno ai viaggiatori».

L'appello alla politica

Novità importanti dunque per il trasporto pubblico che presto vedrà dei miglioramenti anche nell’integrazione tariffaria e dei servizi ferro gomma.  E intanto l’associazione Ferrovie in Calabria continua a tenere alta l’attenzione chiedendo al Governo centrale e ai candidati alla presidenza della regione, l’elettrificazione per la tratta Ionica sud tra Catanzaro Lido e Melito Porto Salvo. «L’elettrificazione è finanziata ed è in corso tra Catanzaro Lido e  Sibari e a breve partiranno i lavori tra Catanzaro Lido e  Lamezia – chiarisce Galati -, ma ancora oggi la tratta Ionica sud non è finanziata. Alla luce dell’investimento di 3 miliardi di euro appena annunciato dal ministro dei trasporti Paola De Micheli per l’alta capacità tra Salerno e Reggio Calabria, riteniamo opportuno che 150 milioni vengano investiti proprio per completare l’elettrificazione di tutto il corridoio ionico. Abbiamo scritto una lettera aperta a tutti i candidati alla guida della Regione e anche al ministro dei trasporti».

Le nuove corse

Ecco le nuove corse attive dallo scorso 13 gennaio:

MELITO DI PORTO SALVO – VILLA SAN GIOVANNI
R34800 Reggio C.le 07:53 - Villa S.G. 08:10 (Ferma a Reggio C. Lido)
R34801 Villa S.G. 08:20 - Reggio C.le 08:52 (Ferma in tutte le stazioni)
R34802 Reggio C.le 12:42 - Melito P.S. 13:23 (Ferma in tutte le stazioni)
R34803 Melito P.S. 13:50 - Reggio C.le 14:30 (Ferma in tutte le stazioni)
R34804 Reggio C.le 16:45 - Villa S.G. 17:11 (Ferma in tutte le stazioni)
R34805 Villa S.G. 17:16 - Reggio C.le 17:48 (Ferma in tutte le stazioni)
R34806 Reggio C.le 19:30 - Villa S.G. 20:03 (Ferma in tutte le stazioni)
R34807 Villa S.G. 20:30 - Reggio C.le 21:02 (Ferma in tutte le stazioni)

CATANZARO LIDO – LAMEZIA TERME CENTRALE
R34810 Catanzaro Lido 18:19 – Lamezia Terme Centrale 19:25 (ferma a Catanzaro, Lamezia Terme Nicastro, Lamezia Terme Sambiase)
R34811 Lamezia Terme Centrale 12:50 – Catanzaro Lido 13:36 (ferma a Lamezia Terme Sambiase, Lamezia Terme Nicastro, Catanzaro)

PAOLA – COSENZA
R34809 Paola 15:57 – Cosenza 16:20 (ferma a Castiglione Cosentino)
R34808 Cosenza 18:03 – Paola 18:25 (ferma a Castiglione Cosentino)

CATANZARO LIDO – LOCRI
R34813 Catanzaro Lido 10:15 – Locri 11:40 (ferma a Montepaone-Montauro, Soverato, Badolato, Guardavalle, Monasterace-Stilo, Caulonia, Roccella Jonica, Gioiosa Jonica, Siderno)
R34812 Locri 12:10 – Catanzaro Lido 13:33 (ferma a Siderno, Gioiosa Jonica, Roccella Jonica, Caulonia, Monasterace-Stilo, Guardavalle, Badolato, Soverato, Montepaone-Montauro)

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio