«Lega e M5s come tutti gli altri partiti», precari calabresi a Roma

Disattese le promesse di stabilizzazione, domani una delegazione calabrese dei tirocinanti della Giustizia manifesterà davanti alla sede del ministero: «Da otto anni lavoriamo in nero. Ora basta!»

di Marco  Lefosse
lunedì 24 giugno 2019
10:08
194 condivisioni

Tornano a protestare i tirocinanti della giustizia. Dopo mesi di attesa e speranza, confidando nelle buone intenzioni del governo Lega-5 Stelle che politicamente ha sempre espresso volontà di voler affrontare e risolvere la vertenza, i circa duemila lavoratori precari ritorneranno in piazza. Per loro, ancora, non ci sono risposte.

Appuntamento martedì 25 giugno, alle ore 10, a Roma, quando una delegazione dei tirocinanti della giustizia  sfileranno davanti al dicastero di via Arenula.

«Da otto anni lavoriamo in nero» 

«Al momento – si legge in una nota dei lavoratori - seppur prevedendo (la legge di stabilità) un corposo piano di assunzioni in tutte le aree professionali del personale amministrativo degli Uffici Giudiziari, si ritiene insoddisfacente l'attenzione dedicata a questa categoria di operatori che da oltre 8 anni svolgono “lavoro nero”».

«Lega e 5 Stelle come tutti gli altri governi»

Sono circa 2000, dicevamo, i lavoratori, tra quelli che hanno completato l’esperienza nell’ufficio del processo e coloro che hanno continuato il percorso con gli enti locali, «ad oggi nulla si è fatto in più e di diverso rispetto alla precedente gestione governativa, che prevedeva solo 300 assunzioni per operatori giudiziari. Ci spiace dirlo – aggiungono - ma nei nostri confronti non registriamo quel cambiamento che pure ci saremmo aspettati. Il Ministro Bonafede conosce personalmente le difficoltà in cui versa il personale amministrativo e gli Uffici Giudiziari ed è sceso in piazza al fianco dei tirocinanti con i due VicePremier Di Maio e Salvini».

Nessuna decisione risolutiva

Il guardasigilli come primo atto alla naturale scadenza del precedente tirocinio del 31 dicembre scorso «ha pensato bene di lasciare tutti a casa, creando gravi difficoltà alle famiglie e non da meno agli uffici giudiziari, sostenendo che ci sarebbe stata un’inversione di tendenza», ma ad oggi, a quanto pare, per i duemila operatori non si offre nessuna prospettiva e la loro dignità viene «calpestata per l’ennesima volta con un numero irrisorio di assunzioni che non può lasciarci indifferenti».
«Domani mattina – conclude la nota - continueremo a lanciare il nostro grido ritenendo che questo governo ancora possa fare molto per i lavoratori e per la giustizia»

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Marco  Lefosse
Giornalista
Sono Marco Lefosse, classe 1982. Giornalista pubblicista dal 2011 e Idealista nel DNA. Appena diciottenne scrivo alcuni brevi contributi sulla nuova esperienza della giovane destra calabrese per Linea, il giornale di Fiamma Tricolore diretto da Pino Rauti, e per i settimanali il Borghese e lo Stato. A gennaio del 2004 inizio a muovere i passi nei quotidiani regionali. Il mio primo “contrattino” da collaboratore lo firmo con il Quotidiano della Calabria. Nel 2006 lascio il Quotidiano e accolgo con entusiasmo l’invito dell’allora direttore de La Provincia Cosentina di  Genevieve Makaping ad entrare nella squadra della redazione ionica. Nel 2008 arriva il primo vero contratto giornalistico con Calabria Ora. Un’esperienza bellissima che ha forgiato e ben temperato la mia penna. Con onore ho lavorato, ininterrottamente fino al fallimento di questo splendido progetto editoriale nel 2014, per raccontare sempre e a tutti i costi le verità della mia città e del territorio. Parallelamente all’esperienza di Calabria Ora, nel 2011, il neo Sindaco di Rossano, Giuseppe Antoniotti, mi vuole come consulente nello staff dei collaboratori di fiducia. Nel luglio  del 2013, insieme alla collega Giusj De Luca (oggi anche mia splendida compagna di vita), fondo la CMP Agency, una giovane realtà di consulenza per la comunicazione ed il marketing. E nel gennaio 2014 proprio alla CMP è affidato il servizio di Ufficio stampa e Comunicazione istituzionale del Comune di Rossano. Ad Ottobre dello stesso anno, come consulente, seguo la campagna elettorale regionale del candidato Giuseppe Graziano. Dal 2014, chiusa la lunga parentesi dell’informazione con Calabria Ora, insieme alla nuova realtà di CMP Agency mi occupo esclusivamente di comunicazione istituzionale/commerciale e di marketing. Da Aprile 2018 fa parte della meravigliosa famiglia di LaC come corrispondente per i territori dell’alto Jonio calabrese e della neonata Corigliano-Rossano terza città della Calabria.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: