Lotta alla contraffazione nel mondo del calcio, sequestri a Crotone

L’attività della Guardia di finanza dinanzi allo stadio “Scida” ha permesso di individuare bandiere, sciarpe, cappellini in vendita riproducenti marchi contraffatti della società rossoblu

venerdì 5 aprile 2019
08:48
15 condivisioni
Crotone, stadio Scida
Crotone, stadio Scida

Con lo slogan – #loriginalevince – in straordinaria strategia tra la Direzione generale per la lotta alla contraffazione-Ufficio italiano brevetti e marchi del Ministero dello sviluppo economico, Guardia di Finanza, Lega Serie A e B, in occasione della 30esima giornata del campionato di Serie A e della 31esima di Serie B è stata richiamata, su tutti i campi di calcio, l’importanza della proprietà intellettuale, quale asset strategico per le imprese e strumento di tutela per il consumatore.

Il progetto contro la contraffazione

L’iniziativa è stata attuata in prosecuzione dell’operazione Offside counterfeiting avviata lo scorso anno dal Nucleo speciale tutela proprietà intellettuale della Guardia di finanza, con un piano di interventi a livello nazionale che ha evidenziato come i contraffattori siano particolarmente attivi in tale attività illegale. Contraffazione e pirateria sono solo la punta di un iceberg nella cui parte più nascosta si celano evasione fiscale e contributiva, sfruttamento di manodopera in nero e clandestina, inquinamento ambientale, minaccia alla salute e riciclaggio. L’operazione, ideata dalla Guardia di Finanza, ha la finalità di prevenire e contrastare tutte le forme di produzione e commercio di prodotti falsi o insicuri e di diffusione di contenuti illeciti. In tale contesto, in occasione dell’incontro di calcio Crotone - Perugia, i baschi verdi del Gruppo di Crotone hanno controllato a tappeto dinanzi allo stadio “Ezio Scida” di Crotone gli stand e le bancarelle allestite con i gadget delle squadre di calcio.

Sequestri a Crotone

L’attività delle Fiamme Gialle, che ha visto impiegate 6 unità della componente specialistica Anti Terrorismo – Pronto Impiego ha consentito di individuare e sottoporre a sequestro circa 200 prodotti posti in vendita tra bandiere, sciarpe, cappellini, t-shirt e guanti riproducenti i marchi contraffatti della società del Crotone calcio e denunciare alla locale Procura della Repubblica il responsabile.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: