La notte di San Silvestro, cosa buttare e cosa tenere?

INTERVISTE | Fino a qualche tempo fa in molti, allo scoccare della mezzanotte, come rito propiziatorio, buttavano dalla finestra oggetti vecchi, adesso questa tradizione continua ma solo metaforicamente

di Stefania Belvedere
lunedì 31 dicembre 2018
12:53
15 condivisioni
repertorio
repertorio

Capodanno non vuol solo dire fare festa, brindare allo scoccare della mezzanotte e guardare i fuochi d’artificio, Capodanno vuol dire rispettare tutta una serie di tradizioni. C’è quella che ci dice che dobbiamo idossare biancheria intima rossa, quella che ci ricorda di baciarci sotto il vischio, quella che vuole che mangiamo lenticchie e tante altre ancora. Una fra le più interessanti è quella che vuole che durante la notte di San Silvestro si buttino via le cose vecchie.

 

Il senso è semplice: sta arrivando l’Anno Nuovo, quindi arriva il cambiamento, per cui con l’arrivo del nuovo è bene gettare via le cose vecchie! Via il vecchio e spazio al nuovo! Le cose più gettonate sono i vecchi bicchieri ed i piatti utilizzati negli anni passati, ma forse complice la ristrettezza economica, adesso le  tradizioni come queste sono quasi del tutto sparite, ma continuano a tramandarsi in modo puramente metaforico. In tanti coloro i quali chiedono un cambiamento politico, molti quelli che vorrebbero buttar via solo la cattiveria e l’ipocrisia. Insomma, il tempo passa, ma la storia non cambia!

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: