Transumanza, anche i tratturi calabresi patrimonio dell'umanità

VIDEO | Un riconoscimento Unesco che premia indirettamente anche il lavoro del nostro fotoreporter Saverio Caracciolo che alla "Transumanza del brigante" ha dedicato una puntata di LaC Storie

di Redazione
17 dicembre 2019
19:07
202 condivisioni

Il comitato del patrimonio mondiale dell'Unesco che si è riunito a Bogotá, Colombia, il 16 dicembre, ha proclamato la transumanza patrimonio culturale e immateriale dell'umanità anche in Calabria, con l'obiettivo già individuato dall'ente Parco Sila e dell'Ara Calabria (associazione regionale allevatori).

 

La transumanza è la tradizionale pratica pastorale di migrazione stagionale del bestiame per cui sono stati individuati i primi fondi al fine di recuperare i percorsi, ovvero i tratturi, le strade per la migrazione degli animali, facendoli diventare dei veri e propri sentieri tematici rivolti ai turisti, attratti dalle bellezze del parco e, soprattutto sviluppando le attività economiche degli allevatori, i quali possono accoglierli con i loro prodotti di allevamento.

 

Dunque, anche i territori ed i tratturi della Calabria, entro Marzo 2020, saranno integrati insieme alla Sardegna ed alla Spagna.

I pastori “sentinelle” dell’ambiente

Per il presidente dell’Ara Calabria, Raffaele Portaro, si tratta di «un importante riconoscimento, che attribuisce alla transumanza e agli allevatori che la praticano il ruolo di “sentinelle” dell’ambiente, capaci di coniugare una corretta gestione delle risorse naturali con il benessere degli animali in un equilibrato rapporto tra uomo e natura».

 

Infatti i pastori transumanti, come sottolinea il dossier di candidatura presentato dall'Italia insieme a Grecia e Austria all'Unesco, hanno una conoscenza approfondita dell'ambiente, dell'equilibrio ecologico tra uomo e natura e dei cambiamenti climatici avvalorando questo tipo di allevamento come sostenibile ed efficiente.

 

Un riconoscimento portato avanti dal lavoro dell’ente Parco Sila e dall’Ara Calabria, attraverso «obiettivi per altro contenuti anche nel piano economico del Parco - spiega Portaro - e che verranno perseguiti all'interno del percorso della Carta Europea del Turismo Sostenibile affinché la tradizione del territorio silano, il valore dei suoi prodotti e di una cultura millenaria, possano costituire una ulteriore attrattiva e divenire  indotto per i residenti dell'area protetta sempre nell'ottica di una economia che sia  sostenibile e migliorativa dell'ambiente».

La transumanza vista da Saverio Caracciolo

Un riconoscimento che premia in qualche modo anche il lavoro del nostro fotoreporter Saverio Caracciolo, che a questa pratica antichissima ha dedicato un'apprezzata puntata del suo LaC Storie che potete vedere di seguito.

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio