Il terremoto del 1894 e il miracolo della Madonna di Palmi

VIDEO | Il Santuario del Carmine è considerato cuore spirituale dell’intero comprensorio reggino. Intorno all’edificio sacro ruota uno straordinario racconto di fede: ecco la puntata speciale di LaC Storie

di G. D.A.
martedì 15 gennaio 2019
14:00
463 condivisioni
Madonna di Palmi
Madonna di Palmi

Eventi miracolosi, riti e devozioni che rimandano a tempi antichi. La straordinaria storia che ruota intorno al Santuario del Carmine di Palmi, Reggio Calabria, è al centro della puntata di LaC Storie, curata dal videoreporter Saverio Caracciolo. Un viaggio che affonda le radici in un preciso momento storico. Dal 31 ottobre fino al 16 novembre 1894, la statua della Madonna del Carmine fu protagonista di un evento eccezionale: trasudava, apriva e chiudeva le palpebre. Si gridò al miracolo e per 17 giorni fu un susseguirsi di eventi prodigiosi. Folle di fedeli raggiungevano la chiesa per osservare quanto si stava materializzando sotto i loro occhi senza sapere che il fatto più importante doveva ancora compiersi.

Il 16 novembre, infatti, la popolazione decise di portare in processione per le vie del paese l’effigie. Fu in quel momento che la terra venne scossa da un terribile terremoto che mise in ginocchio il paese. Gli abitanti, tuttavia, si salvarono. A testimonianza di quanto accaduto, viene ancora gelosamente custodito il fazzoletto con il quale si asciugò il volto della Madonna il 16 novembre del 1894. È lo stesso rettore, padre Carmelo Maria Silvaggio a raccontare il significato del “grande miracolo”: «La Madonna come madre che sapeva bene cosa stava per accadere, volle trarre in salvo i suoi figli perché – aggiunge – crollando il soffitto ci sarebbero stati tantissimi morti». Ancora oggi, il Santuario è considerato cuore spirituale di Palmi e dell’intero comprensorio della Piana di Gioia Tauro. g.d'a. 

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

G. D.A.
Giornalista
♠Ha conseguito la maturità classica presso il liceo classico “Michele Morelli” di Vibo Valentia. Nel 2013 ha acquisito la laurea in Scienze giuridiche, Facoltà Giurisprudenza, Università Cattolica del Sacro cuore in Milano. Giornalista pubblicista, dall’aprile 2013 ad oggi collabora come corrispondente con la testata giornalistica "Il Quotidiano del Sud". Parte integrante della manifestazione culturale "Festival Leggere&Scrivere" del Sistema bibliotecario vibonese; ha curato nel 2015 e 2016 l'ufficio stampa. Sempre nel 2015, addetto stampa nella manifestazione “Dieta Mediterranea, percorsi di consapevolezza del riconoscimento Unesco”, eventi in collaborazione con il Museo archeologico nazionale "Capialbi" di Vibo Valentia. Nelle prime due edizioni del "Festival per l'economia", aprile 2015 e 2016 a Vibo Valentia, ha ricoperto la carica di ufficio stampa. Nella sezione fotografia, nel giugno 2015 e nel giugno 2016, è stata scelta tra i finalisti del Premio internazionale "Art Contest". Si è occupata della comunicazione di alcune associazioni di volontariato del Vibonese. Tra queste l'associazione di psicologi e psichiatri "MiPiAci". 
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: