Catanzaro, rinvenuti reperti archeologici nel quartiere Santa Maria

Dopo quelli ritrovati a Germaneto nel corso degli scavi della Cittadella regionale, altri manufatti sono venuti alla luce durante gli scavi della nuova metropolitana. Per l’assessore alla Cultura Ivan Cardamone si tratta di «un autentico tesoro»

di R. G.
30 aprile 2019
21:48
414 condivisioni

«Il sottosuolo di Catanzaro custodisce tuttora un patrimonio di carattere storico e archeologico di inestimabile valore e in gran parte inesplorato. Sono una riprova i reperti archeologici rinvenuti a Germaneto, nel corso degli scavi della Cittadella regionale, al Sansinato e, notizia più recente, anche durante gli scavi della nuova metropolitana a Santa Maria. Un autentico tesoro che appartiene al Capoluogo di regione e che merita di trovare un’opportuna collocazione nell’ambito della rete museale del territorio». Lo ha detto l’assessore alla Cultura Ivan Cardamone nell’evidenziare, a margine di un sopralluogo tenutosi nei depositi della Soprintendenza a Lamezia Terme, che l’amministrazione comunale ha avviato l’iter finalizzato al recupero di una serie di antichi manufatti rinvenuti, nel corso del tempo, nel territorio di Catanzaro e che fino ad ora non sono mai stati esposti in città.

Valorizzazione dei reperti

«A tal fine – fa sapere Cardamone - è stata avviata un’interlocuzione con la Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio diretta da Mario Pagano, e con il Polo museale della Calabria guidato da Antonella Cucciniello. Grazie alla sinergia con la Provincia e la 4Culture, questi reperti potranno trovare spazio all’interno del Museo archeologico March di villa Margherita. La valorizzazione di questi ritrovamenti risalenti a diversi secoli fa è un obiettivo che ci siamo prefissi nell’ambito del potenziamento della rete e dell’intera offerta museale catanzarese». Secondo quanto riferisce l'amministrazione comunale di Catanzaro, anche la Soprintendenza ha espresso il vivo compiacimento per l’intento di esporre ulteriori reperti archeologici al March ribadendo la necessità che per movimentare i manufatti siano disponibili spazi adeguati e congrui e venga salvaguardata l’unitarietà dei contesti archeologici sulla base di un progetto scientifico di esposizione e allestimento.

Progetto espositivo 

In particolare «potranno trovare spazio nel museo i materiali rivenuti nello scavo di Germaneto e appartenenti ai contesti dell’edificio greco, della villa romana e della struttura di età preistorica». «È un’operazione di recupero molto importante - ha precisato Ivan Cardamone – e l’auspicio è che gli enti preposti, soprattutto per queste nuove scoperte nel quartiere Santa Maria, qualora ne venisse riconosciuto l’interesse archeologico, possano dare seguito al dialogo avviato con l’amministrazione comunale al fine di porre le basi di un progetto espositivo. Ciò consentirà al Capoluogo di ospitare in forma permanente i reperti archeologici rinvenuti nel proprio territorio così da arricchire in modo sostanziale la propria offerta culturale».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

R. G.
Giornalista
Rossella Galati è nata a Catanzaro nell'estate del 1983. Avvocato e giornalista.   Inizia la sua carriera nel mondo dell'informazione nel 2006. Ha lavorato per diverse emittenti televisive regionali quali Telespazio Tv, dove ha lanciato e condotto numerose trasmissioni ed è stata volto del tg, Teleuropa Network, Esperia Tv, iTv.   È stata corrispondente per il quotidiano Calabria Ora, per il mensile Kalabrians e dal 2008 è direttore responsabile della rivista Liber@mente. Negli anni ha ricoperto il ruolo di addetto stampa per diversi e importanti eventi culturali.   Impegnata nel sociale, è stata responsabile del gruppo giovani Avis della Provincia di Catanzaro. Nel 2008 ha ricevuto a Bovalino il "Pericle d'oro per il giornalismo".   È una apprezzata presentatrice di eventi su tutto il territorio regionale.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio