L’olio calabrese raccontato ai migranti

Questo l’obiettivo del ciclo di laboratori socio-culturali promossi dalla cooperativa sociale Il Delta. La prima tappa a Lamezia Terme

di Redazione
martedì 12 giugno 2018
09:03
6 condivisioni

Dalla necessità di raccontare la storia del nostro territorio agli ospiti dello Sprar “Due soli” nasce l’idea di svolgere laboratori socio culturali che diano a loro le basi per conoscere ed appassionarsi alla cultura, alla gastronomia e alla storia della Calabria. Grazie agli sforzi profusi dalla Cooperativa sociale “Il Delta” e dal responsabile del percorso di sensibilizzazione dei ragazzi, Roberto Curcio, animatore territoriale e beneficiario del Pll regionale (piani locali del lavoro), sono stati programmati una serie di incontri itineranti in Calabria che raccontino attraverso le esperienze degli interlocutori scelti, il nostro territorio e la nostra storia.

L’avvio del progetto

Prima tappa dei laboratori sarà Lamezia Terme, dove, in partner con il Consorzio di tutela dell’Olio Lametia dop, sono previsti due incontri che avranno il fine di raccontare ai migranti il percorso storico e culturale che ha portato l’olio extra vergine d’oliva ad essere uno dei prodotti più riconosciuti della nostra regione. Solo in seguito alla lezione teorica gli ospiti dello Sprar verranno a contatto diretto con l’alimento base della dieta mediterranea attraverso un laboratorio pratico dove avranno la possibilità di cimentarsi nell’assaggio ed interagire con i produttori del Consorzio.

La relazione tra olio d’oliva e dieta mediterranea

Durante la lezione teorica curata da Riccardo Dornio, responsabile della comunicazione del Consorzio e beneficiario anch’egli dei Pll regionali, che avrà luogo il 13 giugno presso le sale della Coop. sociale “In Rete”, insieme alla Coop. Sociale “il Delta” e ad altre organizzazioni afferenti al Progetto Sprar Due Soli (ass. Mago Merlino, Arci Lamezia Terme-Vibo Valentia, Comunità Progetto Sud), verrà analizzata in particolare la relazione tra l’olio extra vergine e la dieta mediterranea, proprio qualche giorno dopo il meeting internazionale svolto a Nicotera (VV) sull’ormai famoso stile di vita alimentare, fortemente voluto dalla Regione Calabria con l’approvazione della legge regionale 40/2017 sulla “Valorizzazione della dieta mediterranea di riferimento di Nicotera”.  La parte pratica avrà luogo il 19 giugno, all’azienda agricola Iemma, pedina importante del Consorzio, soprattutto per la sua attenzione alle pratiche biologiche e sociali, che inaugura così presso l’agriturismo Livadia la stagione didattica laboratoriale.

 

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: