L’esercito dei “neet”, in Calabria il 36% dei giovani non studia e non cerca lavoro

Il Regional Yearbook 2018 pubblicato da Eurostat inchioda in fondo alla classifica le regioni del Mezzogiorno

di Redazione
mercoledì 19 settembre 2018
17:21
7 condivisioni

Si chiamano “neet” acronimo dell’inglese "not (engaged) in education, employment or training", semplicemente  si usa per indicare quelle persone che non studiano e non lavorano, né ne cercano uno. Ebbene, secondo il Regional Yearbook 2018 pubblicato da Eurostat, la maglia nera degli indecisi va di diritto alla Sicilia, dove, se si considera la fascia dei giovani tra i 18 e i 24 anni, quelli che non studiano né lavorano raggiunge il 39,6%. Il peggiore dell’Europa continentale.

 

Un primato che divide con il 38,6 della Campania. Per trovare un risultato più scarso bisogna andare fino in Guyana Francese, dove il dato e del 45,4%. Infine, tra le 11 regioni con il più alto tasso di neet in Europa, quattro sono del Mezzogiorno d’Italia: oltre a Sicilia e Campania anche Puglia (36,4%) e Calabria (36%).

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: