Diamante capitale del peperoncino, Eva Henger apre la nuova edizione

VIDEO | La 'peperoncinizzazione' della soubette è avvenuta grazie a sua maestà 'Re Peperoncino'. I due si sono resi protagonisti di un siparietto esilarante a cui hanno assistito centinaia di curiosi. La cerimonia inaugurale è poi culminata con il tradizionale taglio della torta

di Francesca  Lagatta
giovedì 12 settembre 2019
15:56
491 condivisioni
Eva Henger tra
Eva Henger tra "Re Peperoncino" ed Enzo Monaco, patron della manifestazione

Un'edizione che più piccante non si può, quella che ha preso il via ieri sera in piazza Municipio a Diamante, tenuta a battesimo dall'ungherese Eva Henger, un passato da diva a luci rosse, oggi apprezzata conduttrice e soubrette del panorama televisivo italiano. Comincia così la ventisettesima edizione dell'inimitabile festival adamantino, con la "peperoncinizzazione" della Henger e relativo "matrimonio" con Gianni Pellegrino, l'attore catanzarese che sin dal 1992 veste i panni di sua maestà "Re Peperoncino". Un siparietto esilarante, scandito da battute hot e doppi sensi, che ha fatto sbellicare dalle risate le centinaia di persone che hanno assistito alla cerimonia inaugurale, culminata con il tradizionale taglio della torta. All'evento, oltre al senatore e sindaco di Diamante Ernesto Magorno, hanno partecipato numerosi rappresentanti delle istituzioni, tra cui: Nicola Irto, presidente del consiglio regionale della Calabria; Franco Iacucci, presidente della provincia di Cosenza; Giovanna Petrocca, questore di Cosenza. Sul palco anche il giornalista gastronomo Enzo Monaco, ideatore e fondatore della manifestazione, da sempre impegnato nella promozione del territorio del Tirreno cosentino. A lui si deve anche l'appellativo "Riviera dei cedri", coniato lustri addietro e divenuto con il tempo un brand, un segno distintivo entrato negli annali del turismo calabrese.

Cos'è il Festival del Peperoncino

Il Festival del Peperoncino, o Peperoncino Festival, è una manifestazione culturale cofinanziata dal Dipartimento Turismo, Beni Culturali, Istruzione, Cultura della Regione Calabria, si svolge nel mese di settembre e dura diversi giorni. L'obiettivo è quello di promuovere il territorio e l'arte culinaria calabrese, il cui simbolo incontrastato è proprio la bacca piccante, che comunque è soltanto uno degli alimenti tipici che si possono acquistare o degustare durante la manifestazione in uno degli oltre 200 stand che stazionano sul lungomare. L'evento si compone anche di numerosi spettacoli, dibattiti, convegni e mostre e ogni anno attira in città centinaia di migliaia di turisti e curiosi provenienti da ogni dove.

Diamante capitale mondiale del Peperoncino

D'ora in poi non sarà più soltanto una speranza o uno slogan pubblicitario: la città di Diamante sarà a pieno titolo la capitale mondiale del peperoncino, o, se preferite, del diavolillo calabrese. A meno di 24 ore dall'inizio della XXVI edizione, infatti, si lavora già a quella del prossimo anno, che porterà con sé una strabiliante novità. A seguito di un accordo siglato con la Cina nelle scorse settimane, la comunità di Ernesto Magorno ospiterà peperoncini coltivati in tutto il mondo e insieme ad essi i loro produttori, così da imprimere alla manifestazione, già conosciuta oltralpe, un marchio internazionale.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesca  Lagatta
Giornalista
Francesca Lagatta è nata a Praia a Mare l’11 aprile del 1985. Dopo molteplici esperienze con la stampa locale, nel 2011 approda dapprima ad Hi Tech Paper del giornalista Leonardo Lasala, poi ad Alganews, il quotidiano on line diretto dal giornalista Rai Lucio Giordano. È in questo periodo che si forma come giornalista di inchiesta. Nel 2014 è nella redazione calabrese di Notìa, poi è la volta de L’Ora siamo Noi, La Provincia di Cosenza e una piccola parentesi televisiva nel programma Perfidia, al fianco della giornalista Antonella Grippo. Scrive ancora per Identità Insorgenti, L’Ora di Palermo, Echi dal Golfo, Diogene Moderno. Nel 2015 sottoscrive un contratto con l’agenzia Kika Media Press, scrive di cronaca su La Spia Press e di inchiesta su La Spia, il portale del giornalista Paolo Borrometi. Successivamente diventa inviata e addetta di Rete L’Abuso, il più grande osservatorio nazionale di crimini commessi in ambienti clericali, collabora per un breve periodo per Radio Siani e poi viene ingaggiata come corrispondente per Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti. Nel giugno del 2017 fonda una agenzia pubblicitaria, la Famnews & Com, e diventa direttrice responsabile della nuova testata giornalistica calabrese di inchiesta La Lince. A gennaio 2018 i suoi articoli vengono pubblicati sul settimanale statunitense Harbor News, mentre qualche mese più tardi è il giornale italo canadese Grandangolare ad annoverarla tra i suoi collaboratori. Sulle riviste nazionali ha firmato per i settimanali Cronaca in diretta e Tutto. Dall’agosto del 2018 è corrispondente per LaC News24.   Dal luglio del 2017 compare nell’elenco nazionale dei giornalisti minacciati stilato dall’autorevole sito Ossigeno per L’informazione. Nella sua breve carriera ha già ricevuto cinque premi per le sue inchieste giornalistiche, assegnati da tre diverse regioni del sud Italia: Sicilia, Calabria e Basilicata. Si occupa in prevalenza di 'ndrangheta, sanità, massoneria, politica, pedofilia e corruzione, ma il suo tarlo è la denuncia sociale.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream