Cosenza in festa per la Madonna del Pilerio: 400 anni di fede e tradizione

Si rinnova il culto verso la santa patrona. Solenne pontificale in cattedrale e consueta processione per le strade del centro 

di Salvatore Bruno
12 febbraio 2020
12:42
399 condivisioni
La Madonna del Pilerio
La Madonna del Pilerio

Si rinnova il culto della Madonna del Pilerio, santa patrona della città di Cosenza. La cattedrale ospita il Solenne pontificale presieduto dall’arcivescovo, monsignor Francesco Nolè, alla presenza delle autorità civili e militari, con l’accensione del cero votivo offerto dall’amministrazione comunale.

Una tradizione lunga più di 400 anni

Nel 1586 un devoto, guardando sul viso della Madonna ritratta in un quadro, vide una macchia rossa tipica della peste. La malattia imperversava in tutto il meridione, mietendo centinaia di vittime. Tutti allora lessero questo segno come un rivelativo della protezione della Santa Madre di Dio verso Cosenza: la città affacciata sulla confluenza di Crati e Busento non conobbe la peste. Da quell’anno in poi, i fedeli si posero verso questa icona con particolare venerazione e la Madonna del Pilerio divenne infine, patrona della città.

Il Settenario di preparazione

Il Settenario, itinerario di fede e spiritualità che ogni anno accompagna l’intera arcidiocesi, ha preso il via lo scorso 5 febbraio. In questi giorni nella cattedrale si sono alternati i sacerdoti, i diaconi, i seminaristi, i religiosi e i fedeli delle varie foranie: Urbana I, Silana, Serre e Savuto, Urbana II, Cratense, Marina, accompagnate dai Vicari foranei, incaricati di tenere l’omelia durante la celebrazione eucaristica.

La partecipazione dei Vescovi

Accolti anche alcuni presuli calabresi, in particolare monsignor Angelo Raffaele Panzetta, arcivescovo di Crotone – S. Severina; monsignor Giuseppe Schillaci, vescovo di Lamezia Terme; monsignor Leonardo Bonanno, vescovo di San Marco Argentano – Scalea; monsignor Salvatore Nunnari, arcivescovo emerito di Cosenza – Bisignano.

La processione per le vie della città

Monsignor Donato Oliverio, Eparca di Lungro, ha presieduto i Primi vespri della solennità del 12 Febbraio, giorno di festa patronale. Alle ore 16, dopo la recita dell’Ora media, processione per le strade del centro. Partirà da piazza Duomo, con sosta in piazza dei Bruzi, per il rito della lettura dell’atto di consacrazione della città alla Madonna e l’omaggio floreale del sindaco di Cosenza. La processione sosterà, inoltre, in Piazza 11 settembre, dove il Prefetto offrirà un omaggio floreale.

Il percorso

Duomo, Piazza dei Valdesi, Ponte Mario Martire, Via Sertorio Quattromani, Piazza dei Bruzi, Corso Umberto, Via Vittorio Veneto, Via Riccardo Misasi, Via Nicola Parisio, Piazza Santa Teresa, Via Arabia, Piazza Scura, Via Montesanto, Piazza 11 settembre, via Tagliamento, via Montesanto, Corso Umberto, Piazza dei Bruzi, via Sertorio Quattromani, Corso Telesio, Duomo.

Salvatore Bruno
Giornalista

Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche.

...

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio