Viaggio tra antichi sapori e tradizioni ad Altomonte con la festa del pane

VIDEO | Degustazioni ma anche convegni per discutere della valorizzazione del prodotto tipico oltre i confini regionali. Tra gli ospiti anche il sottosegretario Orrico

14 novembre 2019
12:29
111 condivisioni
Fette di pane
Fette di pane

Sta per tornare uno degli appuntamenti che più caratterizzano la stagione culturale di Altomonte: la Gran festa del pane. Sabato 16 e domenica 17 novembre, ritorna la due giorni dedicata al prodotto tipico che più rappresenta Altomonte. Un evento dedicato non solo alla tradizione gastronomica ma anche alla solidarietà, alla musica e alle altre arti, presentato in conferenza stampa dal sindaco di Altomonte Gianpietro Coppola e Antonio Blandi di Officine delle Idee, organizzatore dell'evento. Con loro anche l'agrichef  e imprenditore Enzo Barbieri e gli assessori comunali Elvira Berlingieri, Mario Pancaro ed Emilia Romeo.

La festa del pane

L’evento, organizzato dal Comune di Altomonte insieme a Officine delle idee, quest’anno si focalizza sul binomio pane-olio. Due prodotti semplici e della tradizione ma capaci di rinnovarsi del tempo pur rimanendo sempre basilari per l’alimentazione mediterranea. Saranno proprio il pane e l’olio a caratterizzare le degustazioni delle giornate della Gran festa del pane 2019.

Il programma

Si parte sabato 16 novembre alle ore 9,30 nel centro storico con l’inaugurazione della Gran festa del Pane e l’apertura degli stand. A seguire via ai forni accesi con degustazione di pane appena sfornato e olio extravergine d’oliva del territorio al forno solidale creato per il progetto “Un forno per tutti”. Alle 11, nel Convento Domenicano, verrà siglato il patto d’amicizia “In nome del Pane” tra i Comuni di Altomonte, Rogliano e Cutro i cui pani saranno al centro del brindisi ufficiale e della degustazione delle “Zuppe contadine” realizzate dall’Agrichef Enzo Barbieri, a cui gli organizzatori delle due giornate, Comune e Officine delle Idee, rivolgono un grande ringraziamento per la sua partecipazione. Dalle 13.30, nel chiostro del Convento si terrà il laboratorio artistico della lavorazione del legno con il maestro d’arte Felice Landi.

La promozione del pane del territorio

Dopo la pausa pranzo, il primo giorno della Gran festa del pane riprende alle 16,30 al Salone Razetti con il convegno “I cercatori di pane - La conoscenza delle produzioni per la promozione e la valorizzazione dei pani del territorio” a cura dell’Inap in collaborazione con Arsac a cui seguirà la degustazione di pane appena sfornato e olio extravergine d’oliva del territorio e la performance artistica, in piazza Tommaso Campanella, “La Danza del Pane” a cura del Centro Danza Paganini di Brunilde Lato. Alle 19,30 al Museo dell’Alimentazione, nel Convento dei Domenicani, si terrà la presentazione del libro “Lievito Madre” di Andrea Imbrauglio con Anna Battaglia, l’assessore comunale all’Agricoltura Emilia Romeo e il maestro orafo Gerardo Sacco. La giornata si chiude alle 20,30, in piazza Tommaso Campanella, con il concerto dei Coram Populo.

La visita del sottosegretario Orrico

Domenica 17, la seconda giornata riparte sempre alle 9,45 con l’apertura degli stand e la degustazione del pane appena sfornato nei forni accesi per poi proseguire. Alle 11 nel Museo Civico, accompagnata dall’assessore ai Beni e attività culturali Elvira Berlingieri e dall’assessore al Turismo Mario Pancaro, si terrà la visita del sottosegretario al Ministero dei Beni culturali Anna Laura Orrico e l’incontro con i sindaci del territorio. Alle 16,30, al Museo dell’alimentazione, verrà presentato il libro “Di grano in grano” di Sara Papa e Antonio Polzella per poi lasciare spazio alla musica e alle degustazioni che accompagneranno la manifestazione alla conclusione.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio