Violenza sessuale su bimbe a scuola, il maestro respinge tutte le accuse

Affiancato dai suoi legali Francesco Gambardella e Ramona Gualtieri l’uomo ha risposto alle domande del gip. L'indagine condotta dalla Procura di Lamezia era partita dalla denuncia di una madre 

di T. B.
sabato 25 maggio 2019
12:11
25 condivisioni

Ha risposto davanti al Gip rifiutando ogni accusa P.P. il maestro di religione di 64 anni tratto in arresto giovedì sera con l’accusa di reati di violenza sessuale sui minori.

 

Stamattina si è presentato in Tribunale per l’interrogatorio di garanzia affiancato dai suoi legali Francesco Gambardella e Ramona Gualtieri per poi ritornare in carcere. L’uomo è stato arrestato in seguito ad un’indagine della Procura di Lamezia Terme e degli uomini del Commissariato di Lamezia Terme, guidati dal dirigente Alessandro Tocco, partita dalla denuncia di una madre e proseguita poi con l’installazione di telecamere di videosorveglianza che avrebbero permesso di accertare come il maestro usasse mettere sulle sue ginocchia le bambine della scuola dell’Infanzia in cui insegnava a Gizzeria Lido toccando loro le parti intime e baciandole sulla bocca e sul collo.

 

LEGGI ANCHE: Violenza sessuale su bimbe scuola materna. In carcere maestro di religione

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

T. B.
Giornalista
Lametina, laureata in Scienze della Comunicazione con indirizzo Giornalismo alla Lumsa di Roma, Tiziana Bagnato ha sempre affiancato la carta stampata all’ambito televisivo. Dopo aver lavorato nell’emittente regionale Calabria Tv e per diversi anni per il quotidiano Calabria Ora, poi L’Ora della Calabria, è approdata nell’emittente St Television e sul quotidiano Il Garantista di cui è ancora firma. 
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream