Ustioni fatali, deceduto il dipendente comunale che si era dato fuoco

Inutili i soccorsi e il trasferimento al Sant’Eugenio di Roma. Aveva 58 anni e un importante trascorso politico, lascia la moglie e tre figli 

24 novembre 2019
11:01
268 condivisioni
Il luogo ove è avvenuto il fatto
Il luogo ove è avvenuto il fatto

Le gravissime ustioni non gli hanno dato scampo. Non ce l’ha fatta N.A, 58 anni, dipendente comunale di Stefanaconi, che ieri mattina aveva tentato di togliersi la vita dandosi fuoco. Ad appena 24 ore di distanza dall’insano gesto, il responso dei medici. L'uomo, che lascia la moglie e tre figli, è deceduto questa mattina a Roma, nel centro grandi ustionati Sant’Eugenio, dove era stato condotto nel primo pomeriggio di ieri dopo essere stato stabilizzato all’ospedale Pugliese di Catanzaro. Le sue condizioni erano parse disperate sin da subito.

Il 58enne, con un importante trascorso politico da militante di sinistra e già segretario provinciale di Rifondazione comunista, è stato anche consigliere comunale a Stefanaconi. Ieri mattina si è recato al cimitero di Stefanaconi col preciso scopo di mettere fine alla sua vita, cospargendosi di benzina e dandosi fuoco. Oggi il tragico epilogo.

 

LEGGI ANCHE: Si cosparge di benzina e si dà fuoco nel cimitero, è gravissimo

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio