Scuole sicure, dal Vibonese arriva il modello vincente di Dasà

VIDEO | Inaugurato l'istituto cittadino dopo i lavori in tempi record per la messa in sicurezza e l'efficientamento energetico

di Agostino Pantano
giovedì 12 settembre 2019
14:32
119 condivisioni
La targa dei lavori
La targa dei lavori

Grande festa, a Dasà, per l’inaugurazione dell’edificio scolastico che, dopo i lavori durati 7 mesi, è stato ristrutturato, messo in sicurezza e reso efficiente dal punto di vista del risparmio energetico.

Quasi un record in questo piccolo centro delle Serre vibonesi e in una regione che è in fondo alle classifiche per l’edilizia scolastica, come di recente ha confermato anche un dossier di Cittadinanzattiva.

 

Ed è per questo che il prefetto di Vibo Valentzia, Francesco Zito, inaugurando i locali rifatti ha dichiarato: «L’istruzione dei ragazzi è un interesse primario per il nostro Paese e significa avere uno sguardo proiettato sul futuro». Proprio per questo anche il governatore Mario Oliverio ha preso questa scuola, ristrutturata grazie ad un finanziamento messo a disposizione dalla Regione, ad emblema di speranza, scegliendo di partecipare ad una seconda iniziativa programmata per la prossima settimana, in coincidenza con l’apertura dell’anno scolastico. Il sindaco Raffaele Scaturchio e il dirigente scolastico Concetta Perri hanno sottolineato le caratteristiche di uno stabile che consente di partecipare alle attività scolastiche in tutta sicurezza.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Agostino Pantano
Giornalista
Agostino Pantano, giornalista professionista, 43 anni, vive a San Ferdinando. È stato corrispondente dei quotidiani Gazzetta del Sud e Il Domani della Calabria. Dal 2006 al 2010 ha diretto la redazione di Gioia Tauro di Calabria Ora. Con altri colleghi, usciti dal giornale per contestare la linea editoriale, ha fondato Il Corriere della Calabria, un periodico e un sito on line per cui ha lavorato come redattore. Ha collaborato con Le Cronache del Garantista e L’Unità. Ha diretto il mensile A Sinistra e la Web Tv Pianainforma.   Dal 2010 al luglio 2016 è stato al centro di un caso giudiziario tra i più gravi nella storia del giornalismo italiano: processato due volte per la sua inchiesta sullo scioglimento per mafia del consiglio comunale di Taurianova, e in un caso per il reato di “ricettazione di notizie”, è stato assolto in entrambe le occasioni.   È componente del Consiglio nazionale dell’Unci (Unione nazionale cronisti italiani). È iscritto all’associazione “Articolo 21”. E’ laureato in Scienze Politiche con una tesi sulla storia del V° Centro siderurgico di Gioia Tauro.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream