Lutto a San Lucido, si è spento l'ex sindaco Roberto Pizzuti

L'uomo si trovava ricoverato da una decina di giorni all'ospedale Annunziata di Cosenza per un malore causato da una caduta. Da allora non si è più ripreso e il suo cuore ha cessato di battere ieri sera. La camera ardente è stata allestita nella sala consiliare del Comune, la stessa che tre mesi fa ospitò il feretro dell'allora sindaco in carica Leverino Bruno

di Francesca  Lagatta
lunedì 29 luglio 2019
19:08
88 condivisioni
Roberto Pizzuti
Roberto Pizzuti

A poco più di tre mesi dalla morte del sindaco in carica Leverino Bruno, detto Lele, San Lucido piange nuovamente per la scomparsa di un'altra figura storica della città. Ieri sera è morto Roberto Pizzuti, a lungo amministratore del borgo tirrenico, che da una decina di giorni si trovava ricoverato all'ospedale Annunziata di Cosenza per una malore causato una brutta caduta. Dalle 13 di oggi è allestita la camera ardente nella sala consiliare del municipio, la stessa che il 25 aprile scorso aveva ospitato il feretro del 44enne Lele.

Lele e Roberto uniti dallo stesso destino

Il destino dei due, da sempre, è legato da un filo invisibile. Infatti, non hanno in comune solo la morte prematura, avvenuta a pochi mesi distanza; per anni sono stati l'uno al fianco dell'altro anche durante i rispettivi percorsi politici.

Bruno era stato il vice di Pizzuti quando quest'ultimo, nel 2013, era tornato alla guida della città. Poi, dopo qualche tempo, c'era stato uno strappo, risultato insanabile, che in futuro li avrebbe visti contrapposti, anche se entrambi avevano mantenuto costantemente rapporti personali civili e cordiali.

Nella tornata elettorale dello scorso anno, aveva trionfato il più giovane dei due. Lele aveva scelto di mettersi a disposizione della comunità pur essendo cosciente delle sue condizioni di salute, rese instabili da una grave forma di leucemia che lo affliggeva da anni; l'altro, invece, non era riuscito neppure a entra in consiglio.

Chi era Roberto Pizzuti

Nato il 24 febbraio 1949, Roberto Pizzuti è stato un medico molto stimato, ritenuto un vero e proprio punto di riferimento da tutta la comunità sanlucidana. Politicamente è stato eletto sindaco per la prima volta nel 1999, ma venne sfiduciato 2 anni più tardi. L'anno successivo, nel 2002, si ricandidò e la spuntò nuovamente, ma anche in quella occasione il copione fu lo stesso e finì sfiduciato. Successivamente, si ricandidò al ruolo di consigliere comunale nella lista di Carlo Borsani e ottenne un buon consenso, che gli fruttò la nomina di vicesindaco. Nel quinquennio successivo, sedette in minoranza, proprio al fianco di Leverino Bruno. Come già detto, nel 2013 i due costruirono una nuova vittoria politica, che li vide nuovamente fianco a fianco, fino al giorno della rottura. Di estrazione liberale, Pizzuti aveva aderito a Forza Italia, stringendo un profondo rapporto di amicizia con il consigliere regionale Gianluca Gallo.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesca  Lagatta
Giornalista
Francesca Lagatta è nata a Praia a Mare l’11 aprile del 1985. Dopo molteplici esperienze con la stampa locale, nel 2011 approda dapprima ad Hi Tech Paper del giornalista Leonardo Lasala, poi ad Alganews, il quotidiano on line diretto dal giornalista Rai Lucio Giordano. È in questo periodo che si forma come giornalista di inchiesta. Nel 2014 è nella redazione calabrese di Notìa, poi è la volta de L’Ora siamo Noi, La Provincia di Cosenza e una piccola parentesi televisiva nel programma Perfidia, al fianco della giornalista Antonella Grippo. Scrive ancora per Identità Insorgenti, L’Ora di Palermo, Echi dal Golfo, Diogene Moderno. Nel 2015 sottoscrive un contratto con l’agenzia Kika Media Press, scrive di cronaca su La Spia Press e di inchiesta su La Spia, il portale del giornalista Paolo Borrometi. Successivamente diventa inviata e addetta di Rete L’Abuso, il più grande osservatorio nazionale di crimini commessi in ambienti clericali, collabora per un breve periodo per Radio Siani e poi viene ingaggiata come corrispondente per Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti. Nel giugno del 2017 fonda una agenzia pubblicitaria, la Famnews & Com, e diventa direttrice responsabile della nuova testata giornalistica calabrese di inchiesta La Lince. A gennaio 2018 i suoi articoli vengono pubblicati sul settimanale statunitense Harbor News, mentre qualche mese più tardi è il giornale italo canadese Grandangolare ad annoverarla tra i suoi collaboratori. Sulle riviste nazionali ha firmato per i settimanali Cronaca in diretta e Tutto. Dall’agosto del 2018 è corrispondente per LaC News24.   Dal luglio del 2017 compare nell’elenco nazionale dei giornalisti minacciati stilato dall’autorevole sito Ossigeno per L’informazione. Nella sua breve carriera ha già ricevuto cinque premi per le sue inchieste giornalistiche, assegnati da tre diverse regioni del sud Italia: Sicilia, Calabria e Basilicata. Si occupa in prevalenza di 'ndrangheta, sanità, massoneria, politica, pedofilia e corruzione, ma il suo tarlo è la denuncia sociale.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream