Romina strangolata e poi presa a bastonate. La confessione di una notte drammatica

VIDEO | La donna uccisa a Cassano Jonio sarebbe stata prima pestata di botte, poi strangolata e infine la morte sarebbe sopraggiunta per i colpi ricevuti in testa. Arrestato il marito reoconfesso Di Cicco. Sul corpo della Iannicelli sarà effettuato l'esame autoptico

di Marco  Lefosse
mercoledì 17 aprile 2019
10:47
25 condivisioni
Il luogo dell’omicidio e Romina Iannicelli
Il luogo dell’omicidio e Romina Iannicelli

Prima un diverbio poi qualche parola grossa e infine la follia. È stata una notte convulsa, senza ritorno,  in Piazzalunga, su via del Popolo nel centro storico di Cassano, quella tra lunedì e martedì scorsi, durante la quale Romina Iannicelli ha perso la vita dopo essere stata massacrata di botte dal marito, Giovanni Di Cicco.

Sarebbe stata, forse, una sniffata di coca di troppo, a cui l’uomo sarebbe avvezzo, ad aver generato il barbaro gesto. È stata pestata Romina, addirittura strangolata con le mani o probabilmente con un filo del telefono, e poi presa a botte in testa (forse con un bastone), che le sono state fatali.

Un lavoro diabolico quello del marito, che alla fine verso le due di notte, imbracciando due borsoni, è uscito di casa facendo perdere le sue tracce per tutta la giornata.

Di Cicco ha confessato

Fino a quando, stretto dalla morsa degli investigatori, ieri pomeriggio si è prima costituito e poi, messo sotto torchio dal procuratore Eugenio Facciolla e dal suo vice Valentina Draetta, ieri sera ha vuotato il sacco. Non si sa ancora cosa lo abbia spinto a compiere quel terribile gesto, a danno, poi, di una donna che non solo era sua moglie ma che avrebbe dato alla luce, di li a poco, il loro primo figlio. È una storia assurda e tristissima quella che si è consumata nel centro storico della cittadina delle terme, nella sentita settimana santa cassanese, a pochi giorni da Pasqua. Sicuramente alle spalle c’è un background familiare difficile. 

 

Ed è anche  su questo che indagano i carabinieri della Tenenza di Cassano, diretta dal Tenente Michele Di Leo, e della Compagnia di Corigliano, scandagliando ogni minimo particolare che possa riportare al movente dell’uxoricidio. Intanto, ieri sera, subito dopo l’interrogatorio della confessione, Giovanni Di Cicco, è stato trasferito nel carcere di Castrovillari dove rimarrà a disposizione degli inquirenti, mentre per Romina si sono aperte le gelide stanze dell’obitorio dell’ospedale di Rossano dove ad ore sarà svolto l’esame autoptico sul suo cadavere. 

LEGGI ANCHE:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Marco  Lefosse
Giornalista
Sono Marco Lefosse, classe 1982. Giornalista pubblicista dal 2011 e Idealista nel DNA. Appena diciottenne scrivo alcuni brevi contributi sulla nuova esperienza della giovane destra calabrese per Linea, il giornale di Fiamma Tricolore diretto da Pino Rauti, e per i settimanali il Borghese e lo Stato. A gennaio del 2004 inizio a muovere i passi nei quotidiani regionali. Il mio primo “contrattino” da collaboratore lo firmo con il Quotidiano della Calabria. Nel 2006 lascio il Quotidiano e accolgo con entusiasmo l’invito dell’allora direttore de La Provincia Cosentina di  Genevieve Makaping ad entrare nella squadra della redazione ionica. Nel 2008 arriva il primo vero contratto giornalistico con Calabria Ora. Un’esperienza bellissima che ha forgiato e ben temperato la mia penna. Con onore ho lavorato, ininterrottamente fino al fallimento di questo splendido progetto editoriale nel 2014, per raccontare sempre e a tutti i costi le verità della mia città e del territorio. Parallelamente all’esperienza di Calabria Ora, nel 2011, il neo Sindaco di Rossano, Giuseppe Antoniotti, mi vuole come consulente nello staff dei collaboratori di fiducia. Nel luglio  del 2013, insieme alla collega Giusj De Luca (oggi anche mia splendida compagna di vita), fondo la CMP Agency, una giovane realtà di consulenza per la comunicazione ed il marketing. E nel gennaio 2014 proprio alla CMP è affidato il servizio di Ufficio stampa e Comunicazione istituzionale del Comune di Rossano. Ad Ottobre dello stesso anno, come consulente, seguo la campagna elettorale regionale del candidato Giuseppe Graziano. Dal 2014, chiusa la lunga parentesi dell’informazione con Calabria Ora, insieme alla nuova realtà di CMP Agency mi occupo esclusivamente di comunicazione istituzionale/commerciale e di marketing. Da Aprile 2018 fa parte della meravigliosa famiglia di LaC come corrispondente per i territori dell’alto Jonio calabrese e della neonata Corigliano-Rossano terza città della Calabria.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream