Bufera giudiziaria su Oliverio: «Accuse infamanti, inizio lo sciopero della fame»

Il presidente della Regione indagato per abuso d'ufficio: «Quanto si sta verificando è assurdo. Non posso accettare in nessun modo che si infanghi la mia persona e la mia condotta di pubblico amministratore»

di Redazione
17 dicembre 2018
15:10
2795 condivisioni
Mario Oliverio
Mario Oliverio

«Di fronte ad accuse infamanti ho deciso di fare lo sciopero della fame. La mia vita e il mio impegno politico e istituzionale sono stati sempre improntati al massimo di trasparenza, di concreta lotta alla criminalità, di onestà e rispettosa gestione della cosa pubblica». Così il presidente della Regione in una nota. Mario Oliverio è indagato per abuso d'ufficio nell'ambito dell'operazione scattata questa mattina e coordinata dalla Procura di Catanzaro, diretta da Nicola Gratteri.


«I polveroni sono il vero regalo alla mafia. Tra l’altro l’opera oggetto della indagine non è stata appaltata nel corso della mia responsabilità alla guida della Regione. Quanto si sta verificando è assurdo. Non posso accettare in nessun modo che si infanghi la mia persona e la mia condotta di pubblico amministratore.
Sarebbe come accettare di aver tradito la fiducia dei cittadini. Chiedo chiarezza! Lotterò con tutte le mie energie - conclude - perché si affermi la verità».

 

LEGGI ANCHE:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio