Maxi blitz contro la 'ndrangheta. 90 arresti tra Europa e Sud America

VIDEO | Destinatari del provvedimento diversi esponenti della criminalità organizzata operanti principalmente nella Locride. L’operazione coordinata dalla Direzione nazionale antimafia

di Redazione
5 dicembre 2018
15:33
85 condivisioni
L’uscita di uno degli arrestati dalla Questura di Reggio Calabria
L’uscita di uno degli arrestati dalla Questura di Reggio Calabria

Dalle prime luci dell’alba è in corso una imponente operazione internazionale di polizia, coordinata dalla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo, che vede impegnate Autorità Giudiziarie e Forze di Polizia di Italia, Germania, Paesi Bassi e Belgio, in un’azione comune contro la ‘ndrangheta e le sue proiezioni in Europa e nel Sud America, nei confronti di diversi esponenti di affermate e risalenti famiglie della criminalità organizzata calabrese.

Fulcro della rete internazionale, secondo quanto emerso dalle indagini, coordinate in Italia dalla Dda di Reggio Calabria, le principali cosche della Locride, a cominciare dai Pelle-Vottari di San Luca per passare agli Ietto di Natile di Careri ed agli Ursini di Gioiosa Ionica. Erano loro, secondo l'accusa, a gestire l'imponente traffico di cocaina che dal Sudamerica giungeva in Italia e nel nord Europa, in particolare in Germania, Olanda e Belgio, grazie anche alla collaborazione di alcuni cittadini turchi che avrebbero avuto un ruolo ben preciso, quello di realizzare vani segreti in camion e auto per consentire il trasporto dello stupefacente. Gli arresti in Calabria, secondo quanto si è appreso, sarebbero stati una trentina.


In totale sono stati arrestati, in contemporanea, in diversi Stati europei e del Sud America, 90 soggetti, accusati, a vario titolo, di gravi delitti, fra i quali, associazione dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, associazione mafiosa, riciclaggio, fittizia intestazione di beni ed altri reati, aggravati dalle modalità mafiose.


L’operazione è il frutto di anni di inteso lavoro investigativo svolto nell’ambito di una Squadra Investigativa Comune (Joint Investigation Team) costituita presso Eurojust tra Magistratura e Forze di Polizia di Italia, Paesi Bassi e Germania, cui hanno aderito, per l’Italia, la Procura Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria e Reparti della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza.

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio