Legionella a Catanzaro, il 72enne stava male già da quindici giorni

Soltanto il 22 luglio si è recato al pronto soccorso dell'ospedale Pugliese. Dopo qualche giorno è stata diagnosticata la malattia provocata dal batterio killer. Le sue condizioni sono stabili ma serie

di Luana  Costa
venerdì 27 luglio 2018
16:58
20 condivisioni

Da almeno metà luglio avrebbe iniziato a manifestare i primi sintomi di una grave insufficienza respiratoria, l’uomo di 72 anni originario di Sorbo San Basile ma da anni residente a Bresso, cittadina alle porte di Milano epicentro del focolaio di legionella che per ora ha provocato tre vittime. Il paziente ha raggiunto il pronto soccorso dell’ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro il 22 luglio scorso ma solo a distanza di qualche giorno e a seguito di approfondimenti clinici è stato rintracciato il batterio di legionella all’origine dei problemi respiratori.

Respirazione extracorporea

Attualmente il 72enne si trova ricoverato nel reparto di Rianimazione del policlinico universitario Mater Domini di Catanzaro, dove è stato trasferito per essere sottoposto ad una tecnica di circolazione extracorporea (Ecmo) con una strumentazione di cui solo l’azienda universitaria è in possesso in tutta la Calabria. Le condizioni del paziente, affetto da diverse altre patologie, sono stazionarie ma serie. È in prognosi riservata in attesa che la terapia antibiotica produca effetti.

Ancora nuovi casi

Nel frattempo, sono saliti a 33 i casi, con sei nuove segnalazioni, di cittadini di Bresso che hanno contratto il batterio della legionella. Tre di loro si sono presentati all'ospedale Bassini, fortunatamente in buone condizioni, tanto che solo uno di loro è stato ricoverato e gli altri due hanno ricevuto la terapia antibiotica da effettuare fare a casa, due si sono rivolti all'ospedale Niguarda, ricoverati, ma sempre con un quadro clinico non preoccupante e uno si trova appunto ricoverato all'ospedale Mater Domini di Catanzaro.

 

Luana Costa

 

LEGGI ANCHE:  Un caso di legionella anche in Calabria. Turista in rianimazione a Catanzaro

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: