Un caso di legionella anche in Calabria. Turista in rianimazione a Catanzaro

VIDEO | Un uomo d'origine calabrese ma residente a Bresso, nel Milanese, era in vacanza quando è stato colto da una crisi respiratoria. Il paziente è stato prima ricoverato al Pugliese-Ciaccio e poi trasferito al policlinico universitario Mater Domini

di Luana  Costa
venerdì 27 luglio 2018
13:11
406 condivisioni

L’epidemia di legionella che ha colpito Bresso, città alle porte di Milano mietendo per ora tre vittime, ha raggiunto la Calabria. Un uomo di 72 anni, calabrese d'origine ma residente proprio nella città epicentro del focolaio d'infezione, è stato ricoverato d’urgenza nella mattinata di ieri nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro. Oggi è stato trasferito al policlinico universitario Mater Domini, dove resta in rianimazione ma non è in pericolo di vita. Il paziente si trovava in una località turistica del Catanzarese quando è stato colto dai sintomi della malattia. Una crisi respiratoria che ha reso necessario il ricovero d’urgenza nel nosocomio cittadino.

 

Con ogni probabilità il batterio era già in incubazione al momento della partenza e solo giunto in Calabria si sono manifestati i primi sintomi. Già nella serata di ieri l’uomo è stato trasferito al policlinico universitario Mater Domini per effettuare il trattamento clinico. L’azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio ha provveduto a diramare un’informativa all’Azienda sanitaria provinciale denunciando il caso.

 

Le fonti di infezione e di propagazione del batterio sono principalmente le sorgenti d’acqua ed è da queste che poi si propagano negli acquedotti e nelle condotte cittadine.  La legionellosi viene normalmente acquisita per via respiratoria mediante inalazione. Si esclude la possibile trasmissione interumana della malattia.

 

Luana Costa

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: