La Calabria sconvolta per la strage di Isola Capo Rizzuto

Sulla profilo ufficiale del Marrelli Hospital una pagina nera in segno di lutto. Sui social centinaia i messaggi di cordoglio per la tragedia che ha provocato quattro morti

di Redazione
28 ottobre 2018
13:05
56 condivisioni

Una pagina nera sul profilo ufficiale del "Marrelli Hospital", la clinica privata ultima nata nel gruppo guidato da Massimo Marrelli, l'imprenditore morto la scorsa notte a Isola Capo Rizzuto, in provincia di Crotone, dopo essere stato travolto da una frana insieme a tre operai, dipendenti di un suo gruppo aziendale.

Vicinanza di politica e istituzioni

E poi, sui vari social, centinaia e centinaia di messaggi di cordoglio.
Dolore è stato espresso anche dal presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, e dal consorzio cooperative sociali "Jobel" con il presidente Santo Vazzano. Anche la sezione calabrese dell'Associazione italiana sommelier con la presidente Maria Rosaria Romano ha espresso sgomento per l'accaduto, ricordando Marrelli come un "imprenditore illuminato" e fondatore anche dall'azienda-modello "Marrelli Wines".

Il cordoglio di Enza Bruno Bossio

«Ho incontrato Massimo Marrelli qualche giorno fa a Roma: era a fianco dei lavoratori della sua azienda, impegnato in prima linea nella vertenza per salvare la sua clinica e il destino di centinaia di famiglie. E' questa l'immagine di lui che conserverò per sempre in questo giorno di dolore per la sua tragica scomparsa insieme a tre operai. Un imprenditore dal piglio energico, determinato e fino alla fine insieme ai suoi lavoratori». Lo afferma la parlamentare calabrese Enza Bruno Bossio, del Pd. «La tragedia di Crotone - aggiunge - mi lascia senza parole e con un carico di commozione e mestizia. E' un giorno di lutto, le mie più sentire condoglianze vanno alle famiglie dei tre operai e di Massimo Marrelli, ad Antonella Stasi e ai dipendenti delle aziende che fino ad oggi hanno potuto contare su una guida forte e coraggiosa».

Magorno: «Dolore per la terribile tragedia»

«Dolore per la terribile tragedia di Crotone in cui hanno perso la vita quattro persone tra cui l'imprenditore Massimo Marrelli. Vicinanza alle famiglie delle vittime». Lo scrive su Twitter il senatore Pd Ernesto Magorno.

Fiurgiuele: «Non si può morire così»

«Sono ancora incredulo e addolorato per la tragica scomparsa dell'amico Massimo Marrelli e dei suoi collaboratori. L'ultima volta c'eravamo visti a Crotone, in occasione della visita del sottosegretario Fugatti al Marrelli Hospital; non posso credere che se ne sia andato così». E' quanto afferma il deputato della Lega Domenico Furgiuele, coordinatore del partito di Salvini in Calabria. «Mi aveva raccontato dei suoi progetti futuri - aggiunge - ma anche delle sue amarezze che però non prendevano mai il sopravvento su una tempra inossidabile, tipica degli spiriti illuminati. Mancherà terribilmente ai suoi cari, alla sua comunità di lavoro, ma anche a questa nostra terra, perchè il suo talento imprenditoriale sapeva onorarla e illustrarla come pochi, anche ben al di là dei confini nazionali. Un pensiero di cordoglio giunga alle famiglie colpite da questa nuova inaccettabile tragedia del maltempo. Non si può morire così».

Il dolore di Massimo Misiti (M5s)

«Esprimo il più profondo cordoglio alla dottoressa Stasi e a tutti i familiari del dottore Marelli e dei tre operai, Mario Cristofaro, Santo Bruno e Luigi Ennio Colacino, che con lui hanno perso la vita la scorsa notte. Morti che creano un senso di impotenza e di immenso dolore. Con il dottore Marrelli non abbiamo mai avuto occasione di conoscerci bene, ma nutrivo stima per la sua capacita' imprenditoriale». Lo afferma in una nota il deputato calabrese del Movimento 5 stelle Massimo Carmelo Misiti.

La famiglia Greco: «Sconvolti da questo dramma»

«I fratelli Greco sono letteralmente sconvolti dalla notizia della tragica scomparsa di Marrelli e di altri tre lavoratori». Così, in una nota, i rappresentanti della famiglia Greco, titolari dell'omonimo gruppo imprenditoriale attivo anche nel settore della sanità, come lo era del resto lo stesso Marrelli. «Una tragica fatalità - continuano i fratelli Greco - che porta dolore immenso nella casa di 4 famiglie di lavoratori calabresi. A tutti loro giunga il nostro più profondo cordoglio».


La morte del noto imprenditore calabrese e dei tre operai ha destato sconcerto e dolore in Calabria. Noto per le sue battaglie a difesa delle sue aziende e della sanità privata, Massimo Marrelli ha creato un vero e proprio impero che ha alimentato tantissimi posti di lavoro. Sono tantissime le foto ed i messaggi pubblicati sui social per ricordare la sua figura e per esprimere il cordoglio alle famiglie coinvolte nella tragedia.  In mattinata la societa' I&C, editrice della tv Esperia, proprietà del gruppo Marrelli, ha deciso la sospensione di tutte le attività per le prossime 24 ore.

A partire dalle ore 12:00 andrà in onda un'edizione straordinaria del nostro tg LaC News24 dal luogo della tragedia ad Isola Capo Rizzuto. Canale 19 del digitale terrestre o in streaming su www.lactv.it.

LEGGI ANCHE:

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio