Travolti e uccisi da una frana nel Crotonese, aperta un’inchiesta

La Procura pitagorica avvia le indagini sulla tragedia di Isola Capo Rizzuto. Tra le quattro vittime anche Massimo Marrelli. Le salme sono state restituite alle famiglie

di Redazione
28 ottobre 2018
13:44
26 condivisioni

La Procura della Repubblica di Crotone ha aperto una inchiesta sulla frana che, la scorsa notte, ad Isola Capo Rizzuto, ha travolto ed ucciso quattro persone, tra le quali il noto imprenditore crotonese della sanità, Massimo Marrelli.
Il sostituto procuratore Andrea Corvino, che questa mattina ha effettuato un sopralluogo sul posto della tragedia, dopo gli accertamenti medico legali ha disposto la riconsegna della salme alle famiglie.
La frana che ha travolto Marrelli, 59 anni, e gli operai Santo Bruno, 53 anni di Isola Capo Rizzuto, Luigi Ennio Colacino, 45 anni di Cutro, Mario Cristofaro, 49 anni di Crotone, si è verificata mentre si stavano realizzando dei lavori per riparare una condotta fognaria nei pressi di una abitazione nella tenuta dell’imprenditore crotonese.

 

LEGGI ANCHE:  Frana ad Isola Capo Rizzuto: quattro morti. Tra le vittime anche Massimo Marrelli

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio