Danneggiato il presepe di Curinga: vandali in azione nel Lametino

Dopo la decapitazione della statua della Madonna col Bambino a Briatico un altro gesto sacrilego in Calabria. Lo sdegno della comunità

di T. B.
29 dicembre 2019
13:39
333 condivisioni

Statuine rotte, altre rovesciate, altre ancora rubate. Un vero e proprio raid vandalico. È quanto accaduto al presepe di Curinga e che ha lasciato attonita ed indignata tutta la comunità oltre ad avere causato la chiusura anticipata del presepe stesso. A denuciare l’accaduto una delle volontarie che lo cura.

«È grave che oggi esistano ancora persone capaci di commettere un gesto così aberrante come quello di danneggiare il nostro presepe. I curinghesi hanno apprezzato i segni del Natale presenti in tutto il paese, specialmente il presepe che nasce da uno spirito di generosità ed amore per questa terra. Rovinare il presepe – commenta il Movimento – significa non solo e non tanto danneggiare un bene di tutti, ma colpire la nostra comunità».

 

T. B.
Giornalista

Lametina, laureata in Scienze della Comunicazione con indirizzo Giornalismo alla Lumsa di Roma, Tiziana Bagnato ha sempre affiancato la carta stampata all’ambito televisivo. Dopo aver lavorat...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio