Cotronei, Libera ripulisce un bene confiscato alla mafia

Nelle scorse settimane la villetta di Pian del Sole era stata danneggiata da ignoti. L’immobile sequestrato dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria è stato assegnato al Comune nel 2016

di Redazione
giovedì 1 agosto 2019
17:37
Condividi

I volontari di “Libera – associazioni, nomi e numeri contro le mafie” hanno fatto tappa questa mattina a Trepidò, una frazione del comune di Cotronei, per ripulire dai segni dell’inciviltà e della devastazione di cui era stata destinataria, la villetta di Pian del Sole, bene confiscato alla criminalità.

 

Maglietta blu, guanti e tanta forza di volontà. Sono più di 50 i volontari, provenienti da ogni parte d’Italia, intervenuti per sanare e bonificare la villetta. Si trovano in Calabria perché hanno aderito ai campi “E!State Liberi!” di Crotone ed Isola di Capo Rizzuto e hanno deciso di manifestare la propria solidarietà per quanto accaduto con l’azione.

 

È quanto fa sapere il sindaco Nicola Belcastro esprimendo soddisfazione per il valore sociale, culturale e simbolico di un’iniziativa che «ci si augura possa contribuire a far crescere il senso di appartenenza alla comunità e a sensibilizzare tutti al rifiuto verso atteggiamenti illegali. Il Primo Cittadino ha partecipato all’evento con la Giunta al completo e gli operatori comunali».

 

«L’auspicio – aggiunge il primo cittadino – è che le autorità preposte comprendano, anche attraverso questo momento, la necessità di istituire a Trepidò un presidio che garantisca sicurezza e legalità 365 giorni l’anno e non solo nel periodo di maggiore presenza di turisti. Vulnerabile, indifeso e abbandonato, quest’area può restarsi ad essere luogo del malaffare. E non è quello che vogliamo. Non sono questi i disegni ed i progetti che abbiamo pensato per lo sviluppo e la crescita non solo di Cotronei, ma dell’intera Calabria». 

 

La villetta di Pian del Sole era stata confiscata nell’ambito dell’operazione “Bellu Lavuru” seguita dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, l’edificio è stato assegnato al comune nel 2016. Nel 2018 è stato completato l’iter. È seguita la redazione del bando per l’affidamento della gestione. Hanno partecipato in due. La commissione valuterà quale, tra le proposte delle associazioni, risponda meglio agli indirizzi dell’amministrazione comunale: farne un centro aggregativo e socio-culturale. Nelle scorse settimane la villetta è stata oggetto di danneggiamento da parte di ignoti.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream