Salta sulla macchina dell'ex moglie e la minaccia di morte: arrestato

La donna di Corigliano-Rossano è riuscita a salvarsi rifugiandosi nella stazione dei carabinieri mentre per l'uomo si sono aperti i cancelli del carcere di Castrovillari

di Marco  Lefosse
16 ottobre 2019
10:53
132 condivisioni

Salta sul cofano della macchina dell’ex moglie e la minaccia di morte: arrestato un 31enne a Corigliano-Rossano. Prosegue, decisa, l’azione di repressione contro i reati familiari e di violenza domestica da parte dei carabinieri della locale Compagnia diretta dal capitano Cesare Calascibetta.

I fatti risalgono al fine settimana scorso e raccontano di un’escalation di violenza da parte del giovane nei confronti della ex moglie. L’uomo, a cui era stata notificata già nell’agosto scorso un’ordinanza dispositiva della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla parte offesa per i reati di maltrattamenti in famiglia, aveva prima preso il figlio minorenne strappandolo dalle mani della nonna e l’aveva portato con sé, quindi si era recato presso l’esercizio commerciale dove lavora la donna per minacciare un gesto estremo contro sé stesso e contro il figlio.

La donna impaurita, quindi, si era messa in macchina per correre dai carabinieri, ma l’uomo nell’intento di impedirgli tale azione, si è buttato sul cofano del veicolo, minacciandola e sbraitandole contro. La donna era riuscita a ripartire in un momento di disattenzione dell’uomo ed era arrivata presso la Stazione dei Carabinieri di Corigliano Calabro, dove veniva subito soccorsa dai militari. Poco dopo in caserma arriva anche l’uomo, che non curante della massiccia presenza di militari, ha continuato a minacciare di morte l’ex compagna. Quest’ultima formalizzava una denuncia per maltrattamenti in famiglia contro l’ex, producendo messaggi intimidatori e documentazione che attestava la violazione reiterata da parte dell’uomo dell’ordinanza notificatagli. L’uomo veniva, quindi, arrestato in flagranza per i reati di maltrattamenti e violazione del divieto di avvicinamento alla parte offesa e d’intesa con la Procura della Repubblica di Castrovillari coordinata dal dott. Eugenio Facciolla, veniva trasferito nella Casa Circondariale comprensoriale.

 

Nella giornata di ieri è anche intervenuta l’ordinanza di convalida dell’arresto da parte del gip di Castrovillari, che concordando con le risultanze investigative e la documentazione acquisita dai Carabinieri della Stazione di Corigliano Calabro Scalo, riteneva  ricorressero le esigenze cautelari nei confronti dell’arrestato, poiché lo stesso «ha manifestato una pervicace volontà di raggiungere la persona offesa al fine di nuocerle, nonché un’indole violenta, contravvenendo alla misura cautelare già disposta nei suoi riguardi e coinvolgendo anche il figlio minore». Il Giudice ha, quindi, confermato la misura cautelare detentiva in carcere nei confronti del 31enne, ritenendola l’unica idonea ad assicurare adeguata tutela alla persona offesa.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Marco  Lefosse
Giornalista
Sono Marco Lefosse, classe 1982. Giornalista pubblicista dal 2011 e Idealista nel DNA. Appena diciottenne scrivo alcuni brevi contributi sulla nuova esperienza della giovane destra calabrese per Linea, il giornale di Fiamma Tricolore diretto da Pino Rauti, e per i settimanali il Borghese e lo Stato. A gennaio del 2004 inizio a muovere i passi nei quotidiani regionali. Il mio primo “contrattino” da collaboratore lo firmo con il Quotidiano della Calabria. Nel 2006 lascio il Quotidiano e accolgo con entusiasmo l’invito dell’allora direttore de La Provincia Cosentina di  Genevieve Makaping ad entrare nella squadra della redazione ionica. Nel 2008 arriva il primo vero contratto giornalistico con Calabria Ora. Un’esperienza bellissima che ha forgiato e ben temperato la mia penna. Con onore ho lavorato, ininterrottamente fino al fallimento di questo splendido progetto editoriale nel 2014, per raccontare sempre e a tutti i costi le verità della mia città e del territorio. Parallelamente all’esperienza di Calabria Ora, nel 2011, il neo Sindaco di Rossano, Giuseppe Antoniotti, mi vuole come consulente nello staff dei collaboratori di fiducia. Nel luglio  del 2013, insieme alla collega Giusj De Luca (oggi anche mia splendida compagna di vita), fondo la CMP Agency, una giovane realtà di consulenza per la comunicazione ed il marketing. E nel gennaio 2014 proprio alla CMP è affidato il servizio di Ufficio stampa e Comunicazione istituzionale del Comune di Rossano. Ad Ottobre dello stesso anno, come consulente, seguo la campagna elettorale regionale del candidato Giuseppe Graziano. Dal 2014, chiusa la lunga parentesi dell’informazione con Calabria Ora, insieme alla nuova realtà di CMP Agency mi occupo esclusivamente di comunicazione istituzionale/commerciale e di marketing. Da Aprile 2018 fa parte della meravigliosa famiglia di LaC come corrispondente per i territori dell’alto Jonio calabrese e della neonata Corigliano-Rossano terza città della Calabria.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio