Isola Capo Rizzuto, riapre al culto la chiesa profanata

Nel febbraio scorso ignoti avevano sottratto dalla piccola chiesa di San Rocco un calice, le ostie consacrate e le chiavi del tabernacolo. Ieri sera la messa di riparazione tenuta da mons. Domenico Graziani

di Redazione
domenica 5 marzo 2017
15:32
Condividi
Riapre al culto la chiesa di San Rocco a Isola Capo Rizzuto
Riapre al culto la chiesa di San Rocco a Isola Capo Rizzuto

E' stata riaperta al culto dei fedeli la Chiesa di San Rocco. Ieri sera si è tenuta la Messa di riparazione presieduta da mons. Domenico Graziani, dopo il furto sacrilego che ha interessato la piccola chiesetta di Isola Capo Rizzuto. L'edificio sacro, nel febbraio scorso, era stato profanato da ignoti che avevano asportato un calice, le ostie consacrate e le chiavi del tabernacolo.

 

Nei giorni che hanno preceduto la riconsacrazione della Chiesa, si sono tenuti diversi appuntamenti di preghiera e riflessione promossi dal parroco don Edoardo Scordio, durante i quali è stato trattato il tema della profanazione, della dignità dell'uomo, ed è stato messo in luce lo scempio perpetrato. Alla celebrazione di riparazione erano presenti numerosi fedeli.

 

E' intervenuta anche una rappresentanza del clero diocesano, così come espressamente richiesto dal Vescovo, il quale aveva esortato la partecipazione di una rappresentanza di ciascuna parrocchia della Diocesi, sia come segno di vicinanza.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream