Cani e gatti uccisi con veleno per topi, la denuncia del Movimento animalista

I fatti a Squillace. La coordinatrice regionale Cristina Valeri: «Folle mezzo per risolvere il randagismo. I sindaci diano risposte»

di Redazione
20 maggio 2018
11:14
5 condivisioni

«Cani e gatti uccisi con bocconi di veleno per topi a Squillace Lido». Lo denuncia, in una nota, la vice coordinatrice regionale del "Movimento animalista", Cristina Valeri. «Quella di usare il veleno come folle mezzo per 'risolvere' il problema del randagismo - afferma Valeri - è purtroppo ancora oggi una prassi diffusa. Come responsabile del Movimento animalista faccio appello a tutti i cittadini a segnalare prontamente alle autorità competenti ogni caso di sospetto o accertato avvelenamento, ricordando che si tratta di un reato previsto dal Codice penale. I responsabili vanno rintracciati e perseguiti secondo le leggi vigenti».

«Inoltre - dice ancora Valeri - mi rivolgo ai sindaci della mia regione perché, oltre a sensibilizzare i cittadini sul giusto rapporto uomo-animale, diano il via libera a un serio piano di emergenza estiva sul grave fenomeno del randagismo, che non diminuisce ma anzi aumenta, nonostante le dichiarate volontà delle istituzioni di arginarlo al più presto». Ansa

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio