Spiaggia occupata abusivamente, scatta il sequestro a Curinga

Piante, ombrelloni e pavimentazione in zona, quella di località Sirene, sottoposta a vincolo paesaggistico. Una persona denunciata

di Redazione
venerdì 19 luglio 2019
11:41
57 condivisioni
Curinga, sequestro
Curinga, sequestro

Nei giorni scorsi, personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Pizzo, in località Sirene del Comune di Curinga, ha sequestrato mq 350 di spiaggia arbitrariamente occupata mediante il posizionamento di piante, ombrelloni e pavimentazione con betonelle.

 

Gli agenti impegnati in attività di pattugliamento e controllo, sotto il coordinamento dalla Capitaneria di porto di Vibo Valentia Marina, hanno accertato, nello specifico, che su parte dell’arenile erano state posizionate alcune mattonelle di cemento a formare una piattaforma. All’interno dell’area, delimitata su due lati da 14 palme interrate, erano state realizzate altresì alcune zone d’ombra mediante il posizionamento di pali di legno sovrastati da struttura metallica e copertura con foglie di palma. I militari dopo aver accertato che per l’occupazione, ricadente in area sottoposta a vincolo paesaggistico, non era stata rilasciata alcuna autorizzazione da parte del competente Ufficio Demanio del Comune di Curinga, hanno deferito il responsabile all’Autorità Giudiziaria e sottoposto a sequestro l’area e le opere.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: