Parco Aspromonte, inaugurate due nuove aree destinate ai bambini

Si tratta del laboratorio dal grano al pane e l’area faunistica dove viene ospitata Margherita, un giovane capriolo

27 ottobre 2019
08:32
Condividi
Il capriolo Margherita
Il capriolo Margherita

Due nuove strutture destinate all’educazione ambientale, alla sensibilizzazione e alla crescita dei bambini, immerse in una cornice naturale. Il Parco nazionale dell’Aspromonte ha inaugurato il Laboratorio "dal grano al pane" e l’area faunistica realizzate in collaborazione con il Rifugio “Il Biancospino” di Delianuova, località Carmelia. Due nuove opportunità destinate al “turismo scolastico sostenibile” , in cui sarà possibile far maturare nei bambini, attraverso il racconto di Antonio e Teresa, quanto il loro ruolo nei confronti dell’ambiente sia attivo ed il loro contributo fondamentale. Nell’area faunistica in particolare, è ospitata Margherita, un capriolo trovato da un fruitore della montagna che erroneamente, compromettendo per sempre la vita in natura della piccola Margherita, l’ha consegnata ai Carabinieri del Reparto Parco, che l’hanno poi affidata, tramite suggerimento dell’Ente, proprio alle amorevoli cure di Antonio Barca. Il Parco per garantire una vita serena al piccolo mammifero ha finanziato l’allestimento dell’area faunistica, completa di tabellone illustrativo, in cui è raccontata la storia del ritorno del capriolo in Aspromonte e i comportamenti da tenere in caso di ritrovamento di cuccioli di specie selvatiche. Informazioni destinate non solo ai più piccoli, ma anche agli appassionati di montagna e a tutti coloro che vivono l’Aspromonte quotidianamente.

Il laboratorio “dal grano al pane”, invece, vuole essere un punto di riferimento alla scoperta di tradizioni enogastronomiche antiche, legate ad un passato da valorizzare e da “assaporare”. Attraverso le sapienti mani ed il coinvolgimento emotivo di Teresa, i bambini potranno ammirare le fasi di preparazione e cimentarsi in “cucina” seguendo i dettami di una volta. All’inaugurazione hanno partecipato gli alunni dell’Istituto comprensivo di Delianuova, accompagnati dalla dirigente scolastica Giuseppina Rosalba e dai docenti,  il vice presidente dell’Ente Parco nazionale dell’Aspromonte, Domenico Creazzo, il direttore Sergio Tralongo, il responsabile Biodiversità Antonino Siclari, la responsabile comunicazione Chiara Parisi e la referente Geoparco Sabrina Santagati.

«Continuiamo nel nostro percorso di apertura al mondo associazionistico e scolastico affinché emerga sempre più forte il concetto di un Parco aperto che vuole essere vissuto in maniera compatibile con la natura e con l’ambiente – ha dichiarato il vice presidente Domenico Creazzo-. Queste nuove strutture daranno la possibilità agli istituti scolastici di vivere momenti di educazione ambientale e di sensibilizzazione nel rispetto della biodiversità dell’Aspromonte conoscendo, comprendendo e valorizzando tutti gli elementi che compongono l’area protetta».

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio