A Lamezia è sempre più emergenza rifiuti: «Alto rischio sanitario»

A lanciare l’allarme l’associazione Quartiere Capizzaglie che chiede che Comune, Regione e Asl intervengano su una situazione arrivata al limite: «La spazzatura rimane per giorni sotto il sole, c'è un possibile pericolo epidemia»

di T. B.
lunedì 9 settembre 2019
17:25
Condividi

«Un potenziale rischio per la salute di migliaia e migliaia di cittadini che vivono in prossimità dei cassonetti». L’Associazione Quartiere Capizzaglie interviene a gamba tesa nella vicenda della mancata rifiuti a Lamezia Terme invitando il Comune Lamezia Terme e la Regione Calabria a prendere atto dell’emergenza.

 

«Da Capizzaglie a Scinà, passando per zone periferiche e collinari, le strade della città sono invase di spazzatura che rimane giorni e giorni sotto al sole cocente senza essere rimossa – spiegano in una nota – la presenza di rifiuti organici, unitamente alle temperature elevate registrate negli ultimi giorni a Lamezia Terme, rappresentano un mix pericolosissimo, perché il caldo accelera i processi di putrefazione attirando insetti, ratti, gabbiani e altri volatili, con conseguenti rischi igienico-sanitari per la popolazione». «Il pericolo di diffusione di batteri è molto elevato e riguarda in particolar modo bambini, anziani e chi abita a ridosso dei cassonetti dell’immondizia ed è costretto a respirare miasmi nauseabondi – avverte l’associazione - Se la spazzatura continuerà a invadere le vie cittadine anche nei prossimi giorni ci vedremo costretti a presentare un esposto alla Procura affinché indaghi sulle responsabilità di tale emergenza alla luce del possibile pericolo di epidemia, e chiediamo alle Asl di realizzare una mappatura delle strade più a rischio adottando misure a tutela dei lametini». «Intanto – chiude la nota - tutti i cittadini residenti in zone dove la raccolta rifiuti avviene in modo discontinuo possono chiedere la riduzione della Tari così come prevede la legge».

 

LEGGI ANCHE: 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

T. B.
Giornalista
Lametina, laureata in Scienze della Comunicazione con indirizzo Giornalismo alla Lumsa di Roma, Tiziana Bagnato ha sempre affiancato la carta stampata all’ambito televisivo. Dopo aver lavorato nell’emittente regionale Calabria Tv e per diversi anni per il quotidiano Calabria Ora, poi L’Ora della Calabria, è approdata nell’emittente St Television e sul quotidiano Il Garantista di cui è ancora firma. 
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream