Fogne come fiumare a viale Isonzo, i residenti: «Qui non c'è legge»

VIDEO | Da quattro giorni le acque nere provenienti dalle tubature formano piscine maleodoranti. E mentre cresce la preoccupazione nel popoloso quartiere di Catanzaro, una signora racconta: «Abbiamo dovuto aprire il tombino perchè l'acqua mi entrava nel bagno»

di Luana  Costa
giovedì 11 luglio 2019
12:53
81 condivisioni

L'acqua si sa, in giornate con temperature particolarmente estreme, rappresenta una risorsa richiesta e inestimabile. Non a viale Isonzo però, dove il prezioso liquido diventa al contrario minaccia alla salute pubblica e motivo di quotidiano disagio. «Ecco, abbiamo una fogna a cielo aperto da quattro giorni con una situazione igienico-sanitario a cui nessuno interessa» racconta Ida Di Bona. L'acqua sgorga infatti ostinata da ormai quattro giorni inonandano il piazzale d'acceso ai palazzoni e formando vere e proprie piscine che attentano alla salute dei residenti.

 

«Abbiamo dovuto aprire il tombino perchè l'acqua mi entrava nel bagno - racconta Daniela Marziano -. Io abito al pian terreno e tutto quello che vi era nella tubatura me lo ritrovavo nel bagno. Abbiamo dovuto mettere il letto nel salotto per poter dormire perchè la camera da letto comunica con il bagno. Ci siamo dovuti trasferire nel salotto».  «A casa mia c'è un'anziana - rincara la dose Graziella Sinopoli -, mia madre che è gravemente ammalata, ci sono bambini piccoli, bambini anche molto ammalati. Che cosa dobbiamo fare?» si domanda.

 

A nulla sono valsi infatti i tentativi di investire di responsabilità gli enti competenti: il Comune e l'Aterp. Il primo secondo il racconto dei residenti avrebbe garantito la risoluzione del problema in breve tempo senza, tuttavia, effettuare alcuna attività. La seconda si sarebbe, invece, lavata le mani dicendo che «tra tutti gli inquilini che abitano in questi palazzi nessuno paga l'affitto e quindi secondo loro è giusto che noi dobbiamo vivere in questo stato» ha riferito Ida Di Bona.

 

Luana Costa 

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream