Vibonese: continua il periodo buio. Al “Luigi Razza” passa il Monopoli

I rossoblu avanti con Allegretti, poi la rimonta dei pugliesi. Ad inizio partita il ricordo di Mario Casuscelli, giovane tifoso prematuramente scomparso

domenica 14 aprile 2019
20:29
11 condivisioni

Continua il periodo buio della Vibonese che, raggiunta matematicamente la salvezza, incassa una nuova sconfitta, rallentando considerevolmente la corsa ai play off. Stavolta è il Monopoli a violare il “Luigi Razza”, dopo una gara tutto sommato piacevole all’esito della quale i ragazzi del presidente Pippo Caffo sono stati puniti oltre misura.

 

La Vibonese - già priva dello squalificato Malberti - scende in campo con un’altra defezione importante, quella del sempre presente Tito, lasciato ai box per un problema alla caviglia. Al suo posto mister Orlandi schiera Maciucca come laterale mancino basso di una difesa a quattro, quindi mediana a tre e in avanti il tridente Allegretti-Bubas-Taurino. Tanta voglia di riscatto, per i rossoblu, reduci dalla cocente sconfitta di Siracusa, al cospetto di un Monopoli altrettanto motivato, che viene dalla sconfitta interna subita dalla Casertana.

La gara si apre con uno striscione della curva est: “Anche lassù tifa sempre rossoblu – Ciao Mario – La curva ti rende omaggio”. È il ricordo dei tifosi rossoblu a Mario Casuscelli, giovanissimo supporter della Vibonese scomparso nei giorni scorsi, a soli 27 anni, a causa di una grave malattia.

 

Sin dalle prime battute è il Monopoli a premere sull’acceleratore, mentre i rossoblu soffrono il manto erboso visibilmente appesantito dalla pioggia. I ragazzi di Orlandi ci impiegano dieci minuti ad uscire dal guscio e all’11’ con una inzuccata di Taurino scuotono uno stadio infreddolito, ma l’attaccante rossoblu è in fuorigioco. Al 15’ è invece in posizione regolare Allegretti che, dopo un velo aereo di Bubas, si prepara bene al tiro ma scarica c’entrale tra le braccia di Pissardo. Il Monopoli però c’è e mantiene una leggera supremazia territoriale che al 18’ porta Maimone ad impegnare Zaccagno in presa bassa con una rasoiata dal limite. Al 20’ Bubas invece sfiora il capolavoro: la difesa ospite va in crisi per una pozzanghera e il centravanti argentino calcia dai venticinque metri un bolide che supera Pissardo ma si infrange sul palo, mentre l’accorrente Taurino non riesce a ribattere in rete. Al 27’ è ancora Vibonese: repentina azione di rimessa innescata da Prezioso che porta Allegretti alla conclusione davanti a Pissardo, che però chiude l’angolo e sventa il pericolo in uscita bassa. La gara si addormenta fino al 41’ quando Camilleri supera tutti di testa, dopo un calcio piazzato di Obodo, ma schiaccia tra le braccia dell’estremo ospite. Così il primo tempo finisce a reti inviolate.

 

La ripresa si apre con una fiammata di Maciucca che dalla sinistra serve bene Taurino il quale prova a piazzarla all’incrocio dei pali ma senza fortuna. Un giro di lancette e arriva il meritato vantaggio firmato da Allegretti. Stavolta è Taurino ad innescare l’azione, mette fuori causa la difesa ospite servendo Scaccabarozzi, che con grande altruismo becca l’accorrente compagno a cui non resta altro da fare che gonfiare la rete. La gioia rossoblu si spegne però all’8’ quando Gerardi brucia in anticipo Camilleri e supera Zaccagno con un tapin vincente, capitalizzando così un’incursione sulla destra e il successivo cross del compagno Fabris. La gara è piacevole e intensa, resa imprevedibile dalle condizioni del terreno di gioco che provocano interruzioni dei fraseggi ma anche improvvise ripartenze. Al 20’ è il Monopoli a sfiorare clamorosamente il vantaggio, con un gran tiro di Sounas che s’infrange all’incrocio dei pali, sulla ribattuta la palla termina in rete ma il gioco viene fermato il gioco per offside. Sul capovolgimento di fronte Allegretti arriva a tu per tu col portiere ospite ma viene sbilanciato vistosamente al momento della conclusione: l’arbitro, malgrado le vibranti proteste, non ravvisa irregolarità. Tra coloro che più protestano, il direttore sportivo rossoblu Lo Schiavo, che viene allontanato dalla panchina dal direttore di gara. La gara continua con azioni offensive da una parte e dall’altra. Al 35’ arriva il gol del 2-1 per il Monopoli: schema d’angolo, batte Scoppa basso e Gatti taglia sul primo palo e brucia Zaccagno con il resto della difesa rossoblu immobile. Il risultato non cambia fino al triplice fischio: per la Vibonese un’altra domenica amara. Peccato davvero.

 

Silvestro Comito

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: