Vibonese, nell'anticipo contro il Rieti cinque gol e calcio show

Decide Bubas, poi doppietta di Emmausso, Bernardotto e Prezioso. Sulla gara l'impronta di mister Modica. E gli ultras rossoblu omaggiano i tre vigili del fuoco uccisi nell'Alessandrino

di Redazione
9 novembre 2019
21:00
9 condivisioni
Vibonese vs Rieti
Vibonese vs Rieti

Altri tre punti importanti. Un'altra prestazione esaltante. Contro il Rieti decidono le reti di Bubas, Emmausso (doppietta), Bernardotto e Prezioso. Decidono soprattutto i cambi di mister Modica, trascinatore di una squadra in cui - sostanzialmente - non ci sono più titolari o riserve. I rossoblu salgono così a quota 20 e guardano con serenità alla difficile trasferta di Potenza.

Le formazioni

Vibonese-Rieti si gioca in una serata piovosa, anche se la temperatura è mite. Terreno pesante per le precipitazioni copiose del pomeriggio. Somo 800 gli spettatori a far da cornice nell'anticipo del sabato. Tra i rossoblu assente il solo Malberti, squalificato, mentre il Rieti schiera tutti i big, rientrata la protesta dello spogliatoio a causa dei ritardi nei pagamenti degli stipendi, spia di una crisi societaria. Si affrontano due formazioni che fanno del gioco offensivo il proprio credo: 4-3-3 per mister Modica, 3-4-3 per il collega Caneo. 

Primo tempo

Un giro di lancette e la Vibonese va subito in rete con Berardi che però viene pescato in offside. Primo vero acuto della gara al 7', quando dopo un'azione insistita di Berardi, un cross dalla sinistra attraversa tutto lo specchio della porta e viene deviato in corner. Sugli sviluppi è Del Col a chiamare alla presa sulla linea di porta l'estremo ospite. Col passare dei minuti il terreno si fa sempre più insidioso e la contesa diviene sempre più maschia. Al 12' ci prova Petermann da fuori ma la sua conclusione sorvola la traversa. Un minuto dopo è molto più pericoloso Prezioso che calcia dai trenta metri ma colpisce clamorosamente il palo, Berardi potrebbe ribattere in rete ma è in fuorigioco. Il gol è nell'aria e al 15' lo sigla Bubas, piazzando con freddezza all'angolino un assist perfetto del solito Berardi. La Vibonese a questo punto fa uscire il Rieti e si rifà viva al 23' con un colpo di testa di Bernardotto, fuori misura, da ottima posizione. Al 27' altra clamorosa occasione al termine di una spettacolare azione che vede il tandem Prezioso-Bernardotto innescare Berardi, che in progressione entra in area e serve Bubas, il quale però a due passi dalla porta, in scivolata, non riesce a centrare la rete. Al 39' stesso copione, stavolta però Berardi tenta la conclusione da posizione defilata ma la sfera viene deviata sull'esterno della rete. Il Rieti è invece tutto in una incursione per vie centrali che chiama Mengoni, al 45', ad uscire e bloccare sui piedi di Belek. 

 

Secondo tempo

La ripresa si apre con gli stessi effettivi della prima frazione e con un tiro di Zanchi fuori di poco rispetto alla porta di Mengoni. Al 47' grande uscita palla al piede di Altobello che raggiunge il limite dell'area e impegna Addario in presa bassa. Sotto la pioggia, intanto, i cinquanta impavidi ultras della Vibonese che sfidano la pioggia battente in curva, mostrano uno striscione ("Onore a voi eroi di tutti i giorni") dedicato ai vigili del fuoco uccisi dalla deflagrazione che ha raso al suolo la cascina nell'Alessandrino: fragoroso l'applauso dello stadio. Al 52' è clamorosa invece l'occasione che capita a Marchegiani, che spreca praticamente un rigore in movimento e, quindi, il gol dell'1-1. Anche la Vibonese però ha la sua clamorosa occasione: 56', Del Col entra in area imbeccato da Berardi e scarica un destro potente che attraversa tutto lo specchio della porta e termina a lato. Tre minuti dopo, il momento dei cambi: Pugliese per Petermann e Emmausso per Berardi, applauditissimo. E al 63' è proprio Emmausso a siglare il raddoppio. Il neoentrato innesca l'azione di Bubas, che entra in area sulla sinistra e mette al centro, Bernardotto non ci arriva ma lo stesso Emmausso, sul secondo palo, sì, ed è il 2-0. È una gioia effimera per i rossoblu, perché un minuto dopo un colpo di testa di Granata, che approfitta di una dormita generale della retroguardia locale, fulmina Mengoni e rimette il Rieti in partita siglando il 2-1. Modica a questo punto cambia ancora: dentro Mahrous per Bubas e difesa a cinque. Al 71' è proprio Mahrous a rendersi pericoloso con tiro fortissimo deviato in corner. Ancora cambi: dentro Rezzi per Tumbarello e Ciotti per Del Col. Scocca il 74' invece quando Bernardotto spara sull'esterno della rete un bel pallone servitogli da Pugliese. Al 77', poi, il capolavoro di Emmausso, che punta un avversario, lo supera e dal limite scarica un destro poderoso che si insacca sotto la trasversa: 3-1. Due minuti dopo e la Vibonese dilaga: Ciotti ruba palla ad un avversario e con grande lucidità e altruismo serve Bernardotto che di piatto non sbaglia. Sul 4-1 smette di piovere e ci si appresta ad un finale senza patemi. Anzi, i rossoblu continuano a giocare e a sprecare. E a tempo scaduto con Prezioso siglano il 5-1. Al triplice fischio Luigi Razza in tripudio.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio