CALCIO | La Calabria resta senza Serie A ma il divertimento è assicurato…a suon di derby

Cosenza e Crotone si riaffrontano tra i cadetti sedici anni dopo l’ultima volta, mentre in terza serie Reggina, Rende, Catanzaro e Vibonese daranno vita a dodici straregionali

di Alessio Bompasso
giovedì 26 luglio 2018
13:22
9 condivisioni

Quattordici derby. Sette durante il girone d’andata. Altri sette dopo il giro di boa. Sei grandi piazze regionali. Migliaia di tifosi che non aspettano altro che vincere quella che per alcuni è la partita dell’anno. In Calabria è saltata la Serie A ma tra Serie B e Serie C il divertimento non mancherà. Anzi. In seconda e terza serie nazionale fioccheranno la straregionali. Mai come quest’anno.

 

Il più prestigioso si giocherà tra i cadetti con Cosenza e Crotone che si ritroveranno di fronte sedici anni dopo l’ultima volta. La neo promossa e la retrocessa. Chi non vuole fare la comparasa e chi vuole tornare subito nell’olimpo del calcio italiano. Braglia contro Stroppa. Cosenza vs Crotone sarà tutto questo e molto di più.

 

Scintille previste poi in Serie C. Reggina, Rende, Catanzaro e Vibonese si scontreranno tra loro dando vita a dodici derby tutti da vivere. La regina incontrastata lo scorso anno fu il Rende che vinse, praticamente, tutti gli scontri diretti contro le cugine calabresi. Ma quest’anno, c’è da scommetterci, nessuno vorrà steccare.

Gli obiettivi. Non vorrà farlo il Catanzaro di mister Auteri che punta ad un campionato di prima fascia. Al pari della Reggina di Taibi e Cevoli che hanno costruito un gruppo numeroso e di qualità. Come la Vibonese che, di fatto, ha confermato lo zoccolo duro della passata stagione impreziosendo il mosaico in mano a mister Orlandi con tasselli di categoria e giovani dal talento già esploso.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Alessio Bompasso
Giornalista
Alessio Bompasso è nato il 2 agosto del 1983 a Vibo Valentia. Da “grande” sognava di fare il giornalista ed entrare nelle case dei calabresi per raccontare le notizie giornaliere. Il sogno si è trasformato in realtà, approdando a Rete Kalabria (ora LaC) nel 2008. Il suo appeal da “normal person” lo rende tra i più apprezzati anchorman calabresi. Non ama prendersi troppo sul serio, ma quando si parla di sport si trasforma in una “macchina da guerra” (questo è il suo soprannome nell’ambiente). Sorriso smagliante e ritmo tambureggiante, le sue armi principali. Cocciuto e puntiglioso, i suoi difetti. Calcio e pallavolo, i suoi punti di forza ( ha  praticato entrambe le discipline ma non è mai stato un fenomeno, da li la scelta, più azzeccata, di raccontare lo sport attraverso le colonne di un quotidiano o le immagini della Tv). Ama le statistiche e nei suoi articoli non disdegna di inserirle qua e là. Dal 2013 è corrispondente sportivo, dalla provincia di Vibo Valentia, per la “Gazzetta del Sud”. Ha avuto il pregio e l’onore di ricevere parecchi riconoscimenti in giro per la Calabria, ma, il suo premio più importante lo ritira ogni giorno, entrando, in punta di piedi, nelle case dei calabresi. Come sognava di fare da “grande”. Mail: bompasso@lactv.it

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: