Serie B, a reti inviolate il derby Crotone-Cosenza

VIDEO | Allo Scida 11mila spettatori hanno reso suggestiva l’atmosfera del primo incontro di campionato. Espulso un giocatore rossoblu. I pitagorici non ne approfittano e sprecano

di Pietro Comito
26 agosto 2019
17:20
Condividi

Il Crotone si morde le mani, il Cosenza plaude a se stesso. Il derby rossoblu di Calabria, che apre il campionato di serie B, finisce a reti inviolate.

Partita tutto sommato piacevole davanti a 11mila spettatori che rendono suggestiva la cornice dello Scida, in un clima di sostanziale correttezza.

In apertura è subito il Crotone a sfiorare il vantaggio con Simy che di testa non centra lo specchio della porta. Minuto ‘27 Benali tenta una conclusione a giro fuori misura. Qualche minuto dopo è Perina a negare la gioia della marcatura a Messias dopo un gran tiro dal limite. Tre giri di lancetta e stavolta è Cordaz a salvare la sua porta con l’aiuto dei legni. Quando Sciaudone la butta dentro, però, è in evidente offside.

Nella ripresa il Cotone prova a spingere e Braglia, cambiando assetto tattico, tenta invece di blindare il suo Cosenza. Ci prova subito Benali ma Perina è attento. Al 14esimo risponde Cordaz che sventa una sorta di rigore in movimento che capita sui piedi di Carretta. L’estremo pitagorico, come il collega silano, è in giornata di grazia e lo dimostra anche sul tiro di Pierini.

Tra cambi e tatticismi la gara si trascina fino al 33esimo quando Sciaudone becca il secondo giallo e l’espulsione. Il Crotone però non riesce ad approfittarne e spreca. Prima al 35esimo con Golemic che, di testa, manda fuori sugli sviluppi di un calcio da fermo. Poi al 44esimo con Simy che, sempre di testa, viene neutralizzato da Perina. Ci prova in pieno recupero anche Mustacchio, ma il derby di Calabria finisce zero a zero. E forse è giusto così.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Pietro Comito
Giornalista
Pietro Comito, che ha iniziato la propria carriera professionale a Rete Kalabria e Radio Onda Verde, è stato redattore del Quotidiano della Calabria dal 2002 al 2005, quindi dal 2006 al 2012 caposervizio di Calabria Ora, dove ha guidato le redazioni di Vibo Valentia, Reggio Calabria, Gioia Tauro, Siderno e Catanzaro. Dal 2012 al 2014 è stato nuovamente in servizio al Quotidiano, dove ha guidato, nella veste di caposervizio, la redazione di Vibo Valentia. Nel 2011 ha ritirato il Premio Agenda Rossa conferito ai giornalisti minacciati dalla 'ndrangheta. Sempre nel 2011 è stato insignito del Premio Paolo Borsellino. Ha pubblicato per la Newton Compton e per la Città del Sole Edizioni ed ha collaborato alla realizzazione del Dizionario enciclopedico delle mafie redatto da Castelvecchi Editore. Esperto di cronaca nera e giudiziaria, negli ultimi anni è stato tra i giornalisti calabresi più esposti nell'informazione sulla criminalità organizzata.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio