KICKBOXING | Calabria sul tetto del mondo con la Thunder Pizzo

La scuola napitina guidata da Giorgio Lico conquista due medaglie d’oro al Wako World Kickboxing Championships con Carmelino D’Alì e Federica Mirabello

di Alessio Bompasso
martedì 25 settembre 2018
08:52
32 condivisioni

La scuola di “Point Fighting” più famosa della Calabria si laurea due volte campionessa del Mondo al Wako World Kickboxing Championships cadetti e juniores 2018 di Jesolo. Primo posto per il furetto calabro Federica Mirabello, impegnata nella categoria -42 kg cadetti che ha sbaragliato l’agguerrita concorrenza con colpi decisi e precisi e gradino più alto del podio anche per il coraggioso Carmelino D’Alì, -63 kg juniores che è riuscito a levar via uno ad uno tutti i contendenti al titolo finale. Fuori l’Ungheria, gli Usa e la favoritissima Gran Bretagna, superata sul fotofinish con un colpo di reni degno di lode.

 

Mani al cielo dunque per i due pizzitani in maglia azzurra e festa grande nella palestra che ha visto crescere e vincere campioni del calibro di Luisa Lico prima, le sorelle Giulia e Roberta Cavallaro poi, il prof. del tatami Vincenzo Gagliardi e tanti altri. Si tratta di un successo nazionale, che ha visto gli appassionati di queste discipline esultare da Ispica a Bolzano senza distinzione di provincia eregione. Grande la soddisfazione anche del sempre attento ai risultati di tutte le discipline sportive, il presidente regionale del Coni Maurizio Condipodero che ha inoltrato ai giovani, tramite social, parole di giubilo e di congratulazioni. E’ un successo azzurro, un successo che riempie i cuori degli amanti della Fikbms, del mondo delle arti marziali e degli sport da combattimento. Il medagliere italiano, anche grazie a questi successi dunque, regala alla Penisola la terza posizione in classifica in campo mondiale. A guardare gli azzurri dall’alto solo Ungheria e Russia. Che successo Italia, che successo Thunder, che successo Lico, Mirabello e D’Alì.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Alessio Bompasso
Giornalista
Alessio Bompasso è nato il 2 agosto del 1983 a Vibo Valentia. Da “grande” sognava di fare il giornalista ed entrare nelle case dei calabresi per raccontare le notizie giornaliere. Il sogno si è trasformato in realtà, approdando a Rete Kalabria (ora LaC) nel 2008. Il suo appeal da “normal person” lo rende tra i più apprezzati anchorman calabresi. Non ama prendersi troppo sul serio, ma quando si parla di sport si trasforma in una “macchina da guerra” (questo è il suo soprannome nell’ambiente). Sorriso smagliante e ritmo tambureggiante, le sue armi principali. Cocciuto e puntiglioso, i suoi difetti. Calcio e pallavolo, i suoi punti di forza ( ha  praticato entrambe le discipline ma non è mai stato un fenomeno, da li la scelta, più azzeccata, di raccontare lo sport attraverso le colonne di un quotidiano o le immagini della Tv). Ama le statistiche e nei suoi articoli non disdegna di inserirle qua e là. Dal 2013 è corrispondente sportivo, dalla provincia di Vibo Valentia, per la “Gazzetta del Sud”. Ha avuto il pregio e l’onore di ricevere parecchi riconoscimenti in giro per la Calabria, ma, il suo premio più importante lo ritira ogni giorno, entrando, in punta di piedi, nelle case dei calabresi. Come sognava di fare da “grande”. Mail: bompasso@lactv.it

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: