«L'Ezio Scida è casa nostra»: i tifosi del Crotone difendono lo stadio

Un migliaio di sostenitori ha manifestato per le vie del capoluogo pitagorico per ribadire il desiderio di seguire le partite casalinghe nell'impianto sportivo di via Giovanni Paolo II

di Giuseppe Laratta
martedì 28 agosto 2018
06:08
14 condivisioni

«Noi vogliamo giocare a Crotone così come giochiamo dal 1935, lo stadio è monumentale, ed è giusto che noi dobbiamo avere la possibilità, come tutti i tifosi d'Italia, di giocare nella propria città». «Ho paura che tutto finisca a tarallucci e vino perchè ci trattano sempre da terroni. Speriamo che si mettano una mano sulla coscienza». «Sono un crotonese, ho il sangue rossoblu, e non esiste che io debba andare fuori Crotone e fuori la Calabria, abbiamo uno stadio che può mantenere la Serie B tranquillamente». Sono alcune delle voci raccolte durante il corteo organizzato oggi pomeriggio a Crotone a sostegno dello stadio Ezio Scida.

 

Un migliaio di tifosi si sono riuniti davanti ai cancelli dell'impianto di via Giovanni Paolo II per ribadire un concetto: il Crotone deve giocare a Crotone. Non c'è nessuna intenzione da parte dei sostenitori di voler andare a seguire le partite casalinghe in un altro stadio, come successo due anni fa quando il club rossoblu, appena promosso in Serie A, dovette giocare tre gare allo stadio di Pescara poiché lo Scida non era pronto per accogliere i 16mila spettatori. Un corteo pacifico e molto colorato ha attraversato le strade centrali, da via XXV Aprile fino a via Vittorio Veneto, per poi arrivare il piazza della Resistenza dove, ai piedi del palazzo comunale, ad attenderli c'era il sindaco Ugo Pugliese insieme a parte della Giunta.

 

Il primo cittadino ha discusso con alcuni tifosi in merito alla volontà di far giocare il Crotone allo Scida, come ribadito già precedentemente e come comunicato nel primo pomeriggio durante la conferenza stampa convocata per confermare che la gara di domenica contro il Foggia si giocherà tra le mura amiche. Pugliese ha promesso che il Crotone giocherà a Crotone, impegnandosi categoricamente sin da domani a realizzare tutti gli atti legali e legittimi per farlo continuare a giocare qui.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Giuseppe Laratta
Giornalista
Giornalista pubblicista dal 2015, inizia a muovere i primi passi a 16 anni approdando a Radio Studio 97, emittente radiofonica a copertura provinciale, in qualità di regista, speaker e dj, con una collaborazione durata dal 2004 al 2017. Nel 2011, grazie a un tirocinio universitario, inizia un percorso con l'Arteria Music Label, etichetta discografica indipendente di Bologna, dove cura la parte social, i contatti con gli artisti, e la redazione di articoli promozionali delle produzioni musicali. Nel gennaio del 2013, dopo la parentesi universitaria, rientra nella sua Crotone dove intraprende l'attività giornalistica a Esperia Tv, emittente televisiva a copertura regionale, per due anni, nei quali ottiene il patentino di giornalista pubblicista, iscrivendosi all'apposito albo nel luglio del 2015. Nel 2016 cura i rapporti con la stampa per il candidato e futuro sindaco pitagorico Ugo Pugliese; nello stesso anno inizia a collaborare con le testate locali CrotoneOk e il Rossoblu – conclusa a dicembre 2017 – e con Il Quotidiano del Sud, che continua ancora. Nel gennaio 2018 entra a far parte della redazione di LaC News 24 come corrispondente da Crotone e provincia. Ha una grande passione per la musica, la lettura, e suona il pianoforte dall'età di 14 anni.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: