DANZA SPORTIVA | Due vibonesi campioni d’Italia: la storia dei baby talenti Antonio e Ilaria

Undici e dodici anni. Ballano insieme da due. In 24 mesi hanno messo in tasca già due titoli nazionali. L’ultimo a Rimini nel weekend. Sono il futuro del ballo italiano

di Alessio Bompasso
martedì 17 luglio 2018
16:53
350 condivisioni

L’inizio per gioco. Poi la passione che cresce man mano fino ad entrarti in vena e raggiungere il cuore. Il ritmo. La musica. L’armonia. Il sincronismo. La danza. Quella che ha fatto incontrare Antonio Dubrivnyy e Ilaria Coloca. Rispettivamente undici e dodici anni. Due bambini ma già due “grandi” del ballo sportivo italiano. Seguiti dai maestri Gregorio Corello e Darya Suslova, i piccoli ballerini vibonesi della “Asd Art Dance” hanno trionfato agli ultimi campionati italiani (FIDS) di Rimini aggiudicandosi il titolo nazionale nella combinata “10 balli under 15”. Ma non solo. Alla manifestazione più importante dell’anno hanno strappato anche un terzo posto nelle danze “latino-americane classe A” ed un quarto piazzamento nella competizione “standard”. Una conferma per i due danzatori calabresi che nella loro bacheca personale possono vantare già un titolo italiano classe B nella categoria danze latino-americane conquistato lo scorso anno, più altri diversi titoli regionali. Antonio Dubrivnyy e Ilaria Coloca. Segnatevi questi nomi. Sentirete parlare a lungo dei due nuovi talenti del ballo sportivo nazionale. Made in Vibo Valentia.

 

SportDance 2018: i numeri

Cala il sipario sui Campionati italiani di Danza Sportiva FIDS e sull´edizione 2018 di SportDance, la più grande festa della Danza Sportiva al mondo che per undici giorni ha riempito i padiglioni della Fiera di Rimini e il territorio di Rimini di ballerini e di accompagnatori. 
Sono state 20 mila le unità competitive (singoli, coppie e gruppi) scese in pista. La Fids, riconosciuta dal Coni, chiude l´edizione 2018 di SportDance con un 5% di incremento delle iscrizioni. Ai Campionati Italiani sono stati 130 gli atleti scesi in pista. Nell´organizzazione della manifestazione hanno lavorato quasi un migliaio di persone. 650 i giudici, di cui 75 stranieri. Sono stati assegnati 20 mila medaglie e 37 mila attestati di partecipazione. 11 le giornate di gara, 4 i padiglioni coinvolti.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Alessio Bompasso
Giornalista
Alessio Bompasso è nato il 2 agosto del 1983 a Vibo Valentia. Da “grande” sognava di fare il giornalista ed entrare nelle case dei calabresi per raccontare le notizie giornaliere. Il sogno si è trasformato in realtà, approdando a Rete Kalabria (ora LaC) nel 2008. Il suo appeal da “normal person” lo rende tra i più apprezzati anchorman calabresi. Non ama prendersi troppo sul serio, ma quando si parla di sport si trasforma in una “macchina da guerra” (questo è il suo soprannome nell’ambiente). Sorriso smagliante e ritmo tambureggiante, le sue armi principali. Cocciuto e puntiglioso, i suoi difetti. Calcio e pallavolo, i suoi punti di forza ( ha  praticato entrambe le discipline ma non è mai stato un fenomeno, da li la scelta, più azzeccata, di raccontare lo sport attraverso le colonne di un quotidiano o le immagini della Tv). Ama le statistiche e nei suoi articoli non disdegna di inserirle qua e là. Dal 2013 è corrispondente sportivo, dalla provincia di Vibo Valentia, per la “Gazzetta del Sud”. Ha avuto il pregio e l’onore di ricevere parecchi riconoscimenti in giro per la Calabria, ma, il suo premio più importante lo ritira ogni giorno, entrando, in punta di piedi, nelle case dei calabresi. Come sognava di fare da “grande”. Mail: bompasso@lactv.it

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: