Cosenza-Verona non si giocherà. Imbufaliti diecimila tifosi fuori dallo stadio

VIDEO | Il manto erboso non è praticabile e non consente di giocare il match. A prendere la decisione finale l'arbitro. Tensioni fuori dallo stadio dove ai supporters rossoblu è giunta la notizia solo dopo le 18

di Salvatore Bruno
sabato 1 settembre 2018
18:40
40 condivisioni

L'arbitro ha deciso: il manto erboso del San Vito Marulla non è praticabile quindi Cosenza-Verona, il match che avrebbe dovuto salutare l'esordio casalingo dei silani quindici anni dopo la loro ultima apparizione tra i cadetti davanti al proprio pubblico, non sarà disputato. L'evento non ha precedenti, almeno tra i professionisti. Intanto pero oltre 10mila persone si sono presentate ai cancelli di ingresso dell'impianto, restando per ore in fila sotto il sole, in assenza del benchè minimo straccio di informazione.

 

Soltanto alle 18.20, dunque abbondantemente oltre l'orario previsto per il fischio di inzio è giunta la comunicazione ufficiale. Per la città è la società rossoblu si tratta di un danno di immagine di notevoli proporzioni, che va al di là del probabile 0-3 a tavolino previsto in questi casi dalla iustizia sportiva. Nell'ultima settimana la ditta incaricata dal comune di Cosenza di effettuare i lavori di rifacimento del manto erboso aveva lavorato giorno e notte. Ma evidentemnete questo sforzo non è stato sufficiente per garantire la praticabilità del fondo di gioco.

 

«Sono davvero amareggiato - ha dichiarato il sindaco Mario Occhiuto su facebook - mi dispiace molto per i cosentini e mi rammarico di dover conoscere insieme ai miei cittadini questo aspetto del calcio che purtroppo non onora i principi dello sport ma rimanda a manovre fosche che non ci appartengono. Certamente chiederemo conto di quanto accaduto nelle sedi opportune perché la città di Cosenza merita rispetto».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: