Cosenza proclamata Città Europea dello Sport 2020

La comunicazione ufficiale trasmessa dal presidente di Aces Europe, Gian Francesco Lupattelli. La soddisfazione del sindaco Occhiuto

di Salvatore Bruno
giovedì 4 ottobre 2018
15:24
8 condivisioni

Il presidente di Aces Europe, Gian Francesco Lupattelli, con una comunicazione ufficiale pervenuta a Palazzo dei Bruzi, ha proclamato Cosenza Città Europea dello Sport 2020. Nelle motivazioni si legge che l’Amministrazione comunale ha sviluppato una politica sportiva esemplare con strutture, programmi e attività rappresentando davvero «un buon esempio dello sport per tutti, inteso come strumento di salute, integrazione, educazione e rispetto, proprio quali sono gli obiettivi principali di ACES Europa».

Occhiuto invitato al Galà del Coni a Roma

«Siamo felici e onorati di tale riconoscimento – è il commento del sindaco Mario Occhiuto – Frutto di un percorso mirato e corale, per il quale ringrazio l’assessore allo sport Carmine Vizza e tutti coloro che, con il corposo dossier presentato, hanno contribuito a testimoniare alla commissione esaminatrice che la nostra città aveva le carte in regola per rappresentare un esempio di svolta ecologica reale. Abbiamo sempre creduto in questa candidatura e sono certo che il titolo di Città Europea dello Sport 2020 sarà un ulteriore volano attrattivo, oltre che motivo per portare i riflettori su un capoluogo del Sud che mette al centro la qualità della vita con azioni concrete di sostenibilità». Mario Occhiuto parteciperà, il prossimo 12 novembre, al Gala dei Premi Aces Europe al Coni di Roma, alla presenza, tra gli altri, del presidente Giovanni Malagò.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: