Prende forma il progetto del nuovo stadio di Cosenza

Affidata la progettazione dell'opera. L'annuncio del sindaco Mario Occhiuto: «Sarà il fulcro della Città dello Sport con sale cinema, spazi commerciali e museale e luoghi per grandi eventi di spettacolo contemporaneo»

di Salvatore Bruno
sabato 27 luglio 2019
12:00
13 condivisioni

L’amministrazione di Palazzo dei Bruzi ha proceduto all’aggiudicazione della progettazione del nuovo stadio, destinato a sostituire il San Vito Marulla, inaugurato il primo novembre 1967 con una gara della nazionale, Italia-Cipro 5-0, l’unica mai disputata a Cosenza dagli azzurri, valida per le qualificazioni all’Europeo poi vinto dalla formazione guidata da Ferruccio Valcareggi. A darne notizia, con un post sui social, è il sindaco Mario Occhiuto.

Ispirato ad una conchiglia

«Sarà una grande opera di architettura – scrive il primo cittadino – che richiama la sinuosità di un corpo femminile, ma ispirato nella forma anche ad una conchiglia. Di notte sarà retroilluminato. Il progetto esecutivo – informa il sindaco - sarà realizzato tenendo conto delle tecnologie più avanzate e secondo le indicazioni del Comune. Non sarà solo uno stadio – aggiunge - ma un grande contenitore di attività sportive, ludiche e culturali. Con sale cinema, palestre, spazi commerciali e museali, luoghi per grandi eventi di spettacolo contemporaneo. Tutti gli spazi esterni saranno riqualificati e adibiti a reti ecologiche e luoghi del benessere, creando il quartiere della Città dello Sport. La zona dello stadio, così come quella di Gergeri, con il Ponte San Francesco, il Planetario, le piazze e il fiume navigabile in corso di esecuzione, diventerà un nuovo quartiere di grande qualità con la rigenerazione di tutto il tessuto urbano circostante».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream