Cosenza, tutti vogliono andare a Pescara ma i biglietti ancora non sono disponibili

Attesa per il via libera alla vendita dei tagliandi. Complicato noleggiare pullman, moltissimi si sposteranno con auto privata

di Salvatore Bruno
martedì 12 giugno 2018
12:58
13 condivisioni

Tutti i tifosi del Cosenza vogliono raggiungere Pescara per seguire la finalissima contro il Siena che vale la promozione in serie B. Ma la trasferta si presenta come una corsa ad ostacoli. L’insidia maggiore è rappresentata dalla capienza limitata dello stadio Adriatico, appena ventimila posti. Ventimila come il numero dei sostenitori presenti sugli spalti del San Vito-Marulla domenica scorsa. 

Vendita dei tagliandi 

Il Cosenza Calcio ha comunicato che la vendita dei biglietti per la finale play-off contro la Robur Siena partirà successivamente alle determinazioni del Gruppo Operativo di Sicurezza, in programma domani 13 giugno alle 16,  nella Questura di Pescara. Il servizio è affidato a Listicket, l’acquisto online è bloccato mentre l’unico punto vendita della città, il Bar Bruni di Viale Cosmai, dispone di un numero limitato di tagliandi, circa 400, di gran lunga inferiore alla richiesta ed è in attesa del via libera. Chi ha tempo e voglia si è già messo in fila senza sapere quando sarà possibile comprare il biglietto.

Difficile noleggiare un pullman, si pensa a un maxischermo

Ci sono inoltre difficoltà nel reperire pullman, l’amministrazione di Palazzo dei Bruzi aveva pensato anche ad un treno speciale, ipotesi subito scartata per i costi esorbitanti e per i problemi di sicurezza. C’è anche l’idea di allestire un maxischermo nello stadio per consentire ai tifosi che dovessero essere impossibilitati a seguire la squadra in trasferta, di seguire insieme il match. Ma bisognerà fare i conti con le pessime condizioni climatiche previste per sabato sera.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: