A Catanzaro nascono cinque nuovi centri Coni

Il progetto, pensato per giovani di età compresa tra i 5 e i 14 anni, vuole ridisegnare il loro modo di fare sport. Tante le attività in programma 

di Redazione
mercoledì 9 gennaio 2019
12:17
2 condivisioni
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

A Catanzaro sono già attivi cinque centri Coni, per un totale di 12 associazioni sportive dilettantistiche che hanno aderito al progetto. Lo rende noto un comunicato stampa dello stesso comitato olimpico, che spiega: «Un risultato lusinghiero, quello conseguito dal Comitato regionale calabrese attraverso il Coni Point attivo sul territorio del capoluogo in linea con gli obiettivi indicati dai vertici nazionali di Palazzo H».

 

Cos'è il Centro Coni

Il Centro Coni è un progetto nazionale che ridisegna il modo di fare sport durante il pomeriggio: tante attività che i giovani di età compresa fra i 5 e i 14 anni possono scoprire e praticare, ampliando così il personale bagaglio motorio e affinando i gesti tecnici specifici relativi alle diverse discipline coinvolte. Il progetto, che ha come parola d'ordine la "contaminazione" delle esperienze e delle competenze, vede come protagonisti il Coni e gli organismi sportivi, attraverso le società ad essi affiliate e i propri tecnici, che hanno deciso di "mettersi in gioco" realizzando delle vere e proprie polisportive.

 

"Fare rete"

«La sfida del Coni - si legge nella nota - è quella di fare "rete", unire le conoscenze specifiche e costruire un percorso di crescita che ponga al centro i giovani atleti e faciliti lo sviluppo delle loro abilità e competenze. Tutti i partecipanti ai Centri Coni possono praticare le attività sportive secondo percorsi che tengono conto delle loro fasi di crescita psico-fisica, con una frequenza minima di 2 volte a settimana presso le società sportive coinvolte».

 

Le dichiarazioni di Giampaolo Latella

Parole di soddisfazione sono state espresse dal delegato provinciale Giampaolo Latella: «Esprimo la gratitudine del Coni Point a queste società e, soprattutto, ai loro dirigenti sportivi che hanno deciso di investire nel progetto con generosità e lungimiranza Costituire i Centri Coni significa accettare la sfida di elevare la qualità e la varietà dell'offerta sportiva per i nostri ragazzi. In un territorio nel quale persistono e, purtroppo, a volte si aggravano i problemi dell'impiantistica, i dirigenti sportivi forniscono un contributo decisivo per avviare i giovani allo sport ed educarli ai valori olimpici». Secondo Latella, «una spinta decisa verso la nascita dei Centri Coni è arrivata dal presidente del Coni Calabria Maurizio Condipodero, che in occasione del raduno regionale dello scorso ottobre, uno dei momenti più alti e significativi degli ultimi anni per il movimento sportivo calabrese, ha stimolato le articolazioni territoriali del Comitato regionale a promuovere la costituzione delle polisportive. A Catanzaro, anche grazie alla professionalità della struttura amministrativa e dello staff tecnico - conclude Giampaolo Latella - abbiamo colto questa opportunità e fatto nostra una visione moderna, dinamica e integrata dello sport».

 

Quali sono le associazioni dilettantistiche locali?

Le associazioni sportive dilettantistiche che hanno costituito i Centri Coni locali sono la Gss Sport e la Giada (Catanzaro 1); la Usd Molè e la U.S. Acli Virtus Mariano Mancuso (Catanzaro 2); la Pinbasket Catanzaro, la Polisportiva Maverix e la Team Donato (Catanzaro 3); la Jonica Academy, la Mater Domini e la Corogym (Catanzaro 4); la Vigor Catanzaro e l'Us Catanzaro Centro Basket (Catanzaro 5).

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: