Il calcio europeo si ferma: «Stop a Champions ed Europa League»

La decisione della Uefa a causa dell’emergenza coronavirus. Tra le ipotesi al vaglio quella di giocare in autunno o, più verosimile, rimandare al 2021 la competizione

di Redazione
13 marzo 2020
13:24
Condividi

Il calcio europeo si ferma. La decisione era già nell’aria ma ora l’ombra del virus sembra aver decretato la soluzione finale: la Uefa ha deciso di fermare Champions League ed Europa League e rinviare gli ottavi per arginare il dilagare del contagio da coronavirus tra i calciatori dopo i casi riscontrati in Italia e, nelle ultime ore, in Inghilterra. 

 

Diverse le squadre in quarantena - Juventus, City, Real Madrid, Chelsea, Inter - che hanno obbligato i vertici del calcio a sospendere le competizioni e, di conseguenza, a tentare di riorganizzare un nuovo calendario. Tra le ipotesi al vaglio quella di giocare in autunno o, più verosimile, rimandare al 2021 la competizione.

Stop di Champions ed Europa League

«Alla luce degli sviluppi dovuti alla diffusione del COVID-19 in Europa e delle relative decisioni prese da diversi governi - è scritto nella nota -, tutte le partite delle competizioni UEFA per club in programma la prossima settimana vengono posticipate».

 

«Ciò include - prosegue la nota - le rimanenti partite di UEFA Champions League, ottavi di ritorno, in programma il 17 e 18 marzo 2020; tutte le partite di UEFA Europa League, andata degli ottavi, in programma il 19 marzo 2020; tutte le partite della UEFA Youth League, quarti di finale in programma il 17 e 18 marzo 2020. Ulteriori decisioni su quando si svolgeranno queste partite saranno comunicate a tempo debito».

 

«A seguito dei rinvii, anche i sorteggi dei quarti di finale di UEFA Champions League e UEFA Europa League previsti per il 20 marzo sono stati rinviati. La UEFA ha invitato ieri ai rappresentanti delle sue 55 federazioni associate, insieme ai consigli di amministrazione dell'European Club Association e delle Leghe europee e un rappresentante della FIFPro, a una riunione di videoconferenza martedì 17 marzo per discutere della risposta del calcio europeo all'epidemia del coronavirus», conclude la nota Uefa.

Gli scenari di gioco

I campionati potrebbero quindi dilungarsi fino all'estate e, appunto, gli Europei partire in autunno. Oppure, come detto, addirittura tra un anno, cercando prima di vivere una stagione regolare dall'autunno al maggio 2021. Al momento, stando a quanto trapela, la Uefa si limiterà ad annunciare lo stop di Champions ed Europa League. Gli eventuali riscontri e le decisioni avverrano solo quando si avrà la certezza che l'epidemia sia definitivamente sconfitta.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio