Teatro, Catanzaro ospita il Festival nazionale Uilt

Giunto alla IV edizione vedrà la partecipazione di ben otto compagnie provenienti da ogni parte d’Italia. Ad aprire il programma la commedia “Il Visitatore”

martedì 25 settembre 2018
10:01
40 condivisioni

Sarà il teatro Comunale di Catanzaro ad ospitare, per la prima volta in Calabria, il Festival nazionale Uilt (Unione italiana libero teatro) organizzato e fortemente voluto dal presidente regionale Gino Capolupo.  Giunto alla IV edizione vedrà la partecipazione di ben otto compagnie di teatro amatoriale provenienti da ogni parte d’Italia. Ad aprire il sipario, il 29 settembre prossimo, saranno gli attori della compagnia bresciana La Betulla di Neve con la commedia “Il Visitatore” di Eric Emanuele Schmitt, regia di Bruno Frusca. Uno spettacolo portato in scena con estrema bravura, facendo incetta di numerosi premi e riconoscimenti.

 

Il Visitatore

“Il Visitatore “è un testo alquanto articolato sia per il  tema trattato, quello dell’esistenza di Dio, sia per la natura della messa in scena, fatta di dialoghi forti ma concentrata interamente su due personaggi: l’ateo Sigmund Freud e l’ambiguo Visitatore, a metà strada tra una incarnazione di Dio e un mitomane.

Io sono il mare

Il 6 ottobre sarà la volta degli Oneiros di Cinisello Balsamo (Mi) che porteranno in scena “Io sono il mare” di Stefano Massimo, regia di Brunella Ardit. La pièce teatrale vincitrice, in diverse rassegne, come migliore spettacolo, narra il dramma sulla pena di morte ed è ispirata alla vicenda giudiziaria di  Derek Rocco Barnabei. Un prete e il boia si incontrano il giorno dopo l’esecuzione dell’italo-americano e con parole e azioni contribuiscono alla nascita di riflessioni, ponendo avanti  le ragioni di chi si schiera a favore e di chi si oppone fortemente alla pena di morte.

Farà giorno

La compagnia di Macerata La bottega de le ombre andrà in scena il 13 ottobre con la commedia “Farà giorno” di Rosa Meduini e Roberto de Giorgi, regia di Sante Latini. Spettacolo teatrale vincitore di più premi in diverse rassegne in ambito nazionale. Una commedia esilarante dove divertimento, dramma e commozione si avvicendano senza timori come nella vita reale. Tre diverse generazioni diversamente irrisolte danno l’occasione di porre domande sul nostro passato e sul nostro presente, incontrandosi sul terreno comune dell’umanità guardando al futuro con un sorriso, con commozione e un po’ più di speranza.

Chocolat

Dopo aver conquistato i maggiori teatri italiani ed esteri, il 20 ottobre sarà la volta della compagnia Costellazione di Formia (LT) che porterà in scena “Chocolat”. Una storia tratta dall’omonimo romanzo di Joanne Harris, diretta da Roberta Costantini e coadiuvata da Marco Marino. Un commovente, ma allo stesso tempo divertente, racconto di una storia di paese, dei suoi pregiudizi e di una sconosciuta, che con pazienza e sentimento sconvolgerà le vite degli abitanti.

Italia Donati, maestra

“Italia Donati, maestra” è il titolo della commedia, vincitrice di ambìti premi nazionali, che porteranno in scena gli attori della compagnia Teatrovillaggioindipendente di Settimo Torinese (TO).

Il commercio del bisogno

È la storia della maestrina della campagna pistoiese Italia Donati, giovane e bella, vessata dal sindaco e calunniata dal popolino. Il 10 novembre i Cambioscena di Predappio (Forlì Cesena) presenteranno “Il commercio del bisogno”, di Bertold Brecht, regia di  Loretta Giovannetti. Madre Courage è una vivandiera senza scrupoli e dal piglio potente, una maestra della resistenza ad oltranza, nonostante un contesto disperato e la morte dei figli. In scena, attorno al suo carro, interagiscono personaggi di precaria umanità, che gridano senza ascoltarsi e lottano per uno spicchio incerto di vita…ma sono solo esseri umani.

La governante

La Compagnia dell’Eclissi di Salerno, il 17 novembre, calcherà il palcoscenico con “La Governante”, pluripremiata commedia diretta da Marcello Andria. Un testo eretico e atipico del Novecento italiano di Vitaliano Brancati, censurato appena uscito nel 1952 perché narra l’omosessualità, l’amore tra due donne. Una pièce dai tratti graffianti, quasi grotteschi e,  imprevedibilmente, quasi precipitosamente, trascende in dramma. Il dialogo intriso di beffarda ironia che domina per due terzi dell’azione, si rovescia d’improvviso rivelando il fondo cupo e tormentato dei personaggi che lo animano.

 

Sei personaggi in cerca d’autore

L’ultima compagnia in gara sarà  Al Castello di Foligno (PG) che andrà in scena, il 24 novembre, con la commedia di fama internazionale scritta magistralmente da Luigi Pirandello, “Sei personaggi in cerca d’autore”, diretta da Claudio Pesaresi. L’opera presenta sei personaggi appena abbozzati che pretendono, dal loro autore, una vita vera al di fuori della fissità falsa e raggelata propria dell’arte. La loro tragedia è quella dell’incomprensione, dell’orrore, dell’impossibilità di esprimersi, di comunicare, di toccare un fondo concreto e vivo di ciò che avviene nel mondo. Il Festival Nazionale UILT, si concluderà il primo dicembre con le premiazioni e uno spettacolo a cura della UILT Calabria.

 

 

Per info, prenotazioni biglietti e acquisto abbonamenti, 0961741241 Cinema Teatro Catanzaro; info@ilcomunalecz.it

 

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: