Cineteatro Metropolitano, pronta al debutto la compagnia “Officina dell'arte”

VIDEO | Diretta da Peppe Piromalli proporrà due spettacoli al mese. Si inizia stasera e si replica domani con “Una serata come viene” dell'attore e regista Marco Cavallaro 

di A. P.
8 novembre 2019
16:43
11 condivisioni

È tutto pronto per il grande debutto della compagnia teatrale “Officina dell’Arte” di Peppe Piromalli che, quest’anno, ha deciso di affrontare un’ulteriore “sfida” artistica al cine-teatro “Il Metropolitano” affiancando ed arricchendo la sua offerta con la kermesse già partita al teatro “Cilea” di Reggio Calabria.

 

Sei spettacoli, tutti di pregiatissimo livello andranno in scena a partire da stasera e domani (8 e 9 novembre) alle ore 20,30; due al mese sino al prossimo maggio, con artisti della televisione, del cinema, della radio quali Marco Cavallaro, Peppe Piromalli e Antonio Malaspina, Ramona Gargano ed Enrico Maria Falconi, Dario Cassini, Federico Perrotta e Valentina Olla, Pasquale Caprì. Ad aprire la kermesse, ci penserà l’attore e regista di Giarre Marco Cavallaro con lo spettacolo “Una serata come viene” e, come afferma lo stesso autore, «il bello di tutto questo è che il pubblico sarà a suggerirmi come farlo ridere e sarà una serata che vorrà vedere e rivedere. Usciti dal teatro, ognuno guarderà il mondo con altri occhi e tutto avrà un altro sapore».

 

Il 27 e 28 dicembre il duo Piromalli e Malaspina sarà protagonista di “In varietà, in varietà… vi dico” uno spettacolo caratterizzato da situazioni paradossali e grottesche nelle quali tutti possiamo riconoscere le nostre debolezze, i nostri difetti, le nostre miserie umane e riderne senza paura e giudizio, perché è questo il potere della comicità. Il 28 e 29 febbraio 2020 sarà la volta degli attori Gargano e Falconi con la commedia “S’amavaNo”, una storia divertente, dissacrante e piena di spunti in cui tutti possiamo riconoscerci. Il 20 e 21 Marzo invece, l’attore Dario Cassini con “T.P.M troppe pippe mentali” uno spettacolo scritto in due tempi nel quale il comico di origine napoletana racconterà l’Italia post elettorale con i vari Berlusconi, Salvini, Cinquestelle, per poi lanciare il guanto di sfida al sesso femminile con alcuni pezzi diventati negli anni i suoi cavalli di battaglia.

 

Il mese di aprile, precisamente il 3 e 4, la coppia d’arte Perrotta-Olla in “C’era una volta”, un racconto movimentato dalle incursioni di un bizzarro Federico e sottolineato musicalmente dagli interventi della bellissima Valentina. Chiuderà la stagione “Teatro Off” il comico reggino Pasquale Caprì il 15 e 16 maggio con il suo esilarante “Show” dove non mancheranno le imitazioni di personaggi locali e nazionali, reali e inventati, ormai diventati un cult sul web e non solo. Ma l’Oda punta sulle nuove generazioni ed investe proprio sui giovani per garantire il futuro di un’arte senza tempo come il teatro.

 

«Il “Metroponitano”- ha dichiarato alla nostra testata Piromalli- è una piccola “bomboniera” della città, è stato ristrutturato da poco, e accoglie e accoglierà determinati tipi di spettacolo come monologhi e duetti, spettacoli “veloci” senza grandi scenografie e con molti contenuti. Ci siamo buttati in questa nuova avventura - ha sottolineato il direttore artistico - perché crediamo che anche lì si può realizzare qualcosa di importante. Speriamo che il pubblico ci segui come ha fatto con la stagione al Cilea; noi ci crediamo e andiamo avanti per questa strada». 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio