Praia a Mare, sale la febbre per il Jova Beach Party

I cancelli saranno aperti a partire dalle ore 14 mentre lo spettacolo inizierà dalle 16 con ospiti nazionali e internazionali

di Francesca  Lagatta
mercoledì 7 agosto 2019
09:47
503 condivisioni

«Più di uno stadio, più di un palasport, più di un festival, molto più di un concerto. Jova beach Party è una città temporanea, un villaggio sulla spiaggia, un nuovo format di concerto, un happening per il nuovo tempo. Jova beach party è la spiaggia. C’è il mare, la musica, la gente, la vita». È descritto così, sul sito della Trident Music, l'evento cult della stagione estiva 2019, che a partire da oggi pomeriggio alle 16 farà tappa anche a Praia a Mare, di fronte all'isola Dino. La manifestazione che riporta alla consolle Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, è il più pubblicizzato, seguito e atteso degli ultimi tempi. Nella città altotirrenica, l'impresa di ospitarlo è riuscita all'assessore al Turismo, allo Spettacolo e alle attività Produttive della città, Antonino De Lorenzo, che nella sua breve ma intensa carriera politica ha già portato a casa risultati importanti per il turismo locale, come la Bandiera Blu di punta Fiuzzi, la prima nella fascia tirrenica cosentina, e diverse tappe del Giro d'Italia. A Praia a Mare, in giornata, è atteso l'arrivo di ulteriori 25mila persone.

Uragano Jovanotti

L'evento musicale più atteso dell'anno, sembra non aver lasciato nulla al caso. Pur non essendoci un'area dedicata, anche i bambini potranno assistere al concerto (è consigliabile l'uso delle cuffie antirumore) e quelli di età inferiore agli 8 anni entreranno gratis. Particolare attenzione anche per l'ambiente. Ogni tappa del tour è stata organizzata con l'aiuto del Wwf e nell'area sono stati installati numerosi bidoni per la raccolta dei rifiuti, che saranno addirittura differenziati.

Disabili in zona privilegiata

Anche i disabili (anche loro entreranno gratis) saranno una priorità. «Lorenzo Jovanotti considera da sempre la battaglia per la parità di diritti per i portatori di disabilità prioritaria - è scritto ancora nel sito - e in ogni tour ha fatto tutto il possibile per allargare i margini di accessibilità. E anche stavolta tutto è stato progettato tenendone conto fin dall’inizio». Ci sarà infatti un piano logistico di allestimento dello spazio. In tutte le spiagge è stata predisposta una pedana destinata alla persone con disabilità in posizione privilegiata, nella zona più vicina al palco.

Acquisti in Token

I token sono la moneta del Jova Beach Party e hanno un valore di 3 euro l’uno, ma perfettamente divisibile. I token potranno essere acquistati sia alle casse all’esterno che all’interno del villaggio e potranno essere utilizzati per gli stand di "food & beverage", che accetteranno solo token.

Cosa non portare

Altra priorità del Jova Beach Party è la sicurezza e pertanto le regole applicate all'ingresso sono simili a quelle degli aeroporti. Non si potranno introdurre nell'area caricabatterie, ma si potrà ricaricare il cellulare all'interno di appositi stand, e sarà possibile introdurre una sola bottiglietta d’acqua da 0,5 litri ma senza tappo. E severamente vietato introdurre nell'area: caschi, valigie, trolley, borse, zaini più grandi di 15 litri di  capienza; bombolette spray (esclusi antizanzare, creme solari di piccole dimensioni); bevande alcoliche di qualsiasi gradazione, bevande contenute in lattine, bottiglie di vetro; borracce di metallo, thermos; introdurre animali di qualsiasi genere e taglia; bastoni per selfie, treppiedi, ombrelli e aste, ombrelloni, sdraio, maschera e boccaglio, pinne; penne e puntatori laser, droni e aeroplani telecomandati, strumenti musicali, apparecchiature per la registrazione audio/video, macchine fotografiche professionali o semiprofessionali, videocamere, gopro, iPad, tablet, computer portatili e powerbank.

Non sono ammesse anche biciclette, skateboard, pattini e overboard, tende e sacchi a pelo, trombette da stadio, armi, materiali esplosivi, fuochi d’artificio, fumogeni, razzi di segnalazione, pietre, catene, coltelli o altri oggetti da punta o da taglio, sostanze stupefacenti, sostanze nocive, materiale infiammabile e qualsiasi genere di spray urticante.

Info e scaletta

I cancelli saranno aperti a partire dalle ore 14, mentre la musica inizierà dalle 16 con gli ospiti nazionali e internazionali: Afrotronix Live, Devon and Jah Brother, Giorgio Poi, Ackeejuice Rockers, Tarantolati di Tricarico e Voodoo Sound. Jovanotti salirà sul palco alle 20.30 accompagnato dalla sua storica band: Saturnino, Riccardo Onori, Christian “Noochie” Rigano, Gianluca Petrella, Franco Santernecchi e Leo Di Angilla. La probabile scaletta musicale: Salvami; Il più grande spettacolo dopo il Big Bang; Ciao mamma; Estate; Nuova era (con Dardust); Luna di città d’agosto (con Dardust); Megamix; Sabato; L’ombelico del mondo; Bella; Quelli che benpensano (Frankie Hi-Nrg Mc cover); Rock This Way (Run DMC-Aerosmith cover); Muoviti muoviti; Non m’annoi; Tensione evolutiva; Penso positivo; A te; L’estate addosso; Ti porto via con me; Ragazzo fortunato; Chiaro di luna; Fango. Nel corso della serata non mancheranno altri ospiti e tante sorprese.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesca  Lagatta
Giornalista
Francesca Lagatta è nata a Praia a Mare l’11 aprile del 1985. Dopo molteplici esperienze con la stampa locale, nel 2011 approda dapprima ad Hi Tech Paper del giornalista Leonardo Lasala, poi ad Alganews, il quotidiano on line diretto dal giornalista Rai Lucio Giordano. È in questo periodo che si forma come giornalista di inchiesta. Nel 2014 è nella redazione calabrese di Notìa, poi è la volta de L’Ora siamo Noi, La Provincia di Cosenza e una piccola parentesi televisiva nel programma Perfidia, al fianco della giornalista Antonella Grippo. Scrive ancora per Identità Insorgenti, L’Ora di Palermo, Echi dal Golfo, Diogene Moderno. Nel 2015 sottoscrive un contratto con l’agenzia Kika Media Press, scrive di cronaca su La Spia Press e di inchiesta su La Spia, il portale del giornalista Paolo Borrometi. Successivamente diventa inviata e addetta di Rete L’Abuso, il più grande osservatorio nazionale di crimini commessi in ambienti clericali, collabora per un breve periodo per Radio Siani e poi viene ingaggiata come corrispondente per Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti. Nel giugno del 2017 fonda una agenzia pubblicitaria, la Famnews & Com, e diventa direttrice responsabile della nuova testata giornalistica calabrese di inchiesta La Lince. A gennaio 2018 i suoi articoli vengono pubblicati sul settimanale statunitense Harbor News, mentre qualche mese più tardi è il giornale italo canadese Grandangolare ad annoverarla tra i suoi collaboratori. Sulle riviste nazionali ha firmato per i settimanali Cronaca in diretta e Tutto. Dall’agosto del 2018 è corrispondente per LaC News24.   Dal luglio del 2017 compare nell’elenco nazionale dei giornalisti minacciati stilato dall’autorevole sito Ossigeno per L’informazione. Nella sua breve carriera ha già ricevuto cinque premi per le sue inchieste giornalistiche, assegnati da tre diverse regioni del sud Italia: Sicilia, Calabria e Basilicata. Si occupa in prevalenza di 'ndrangheta, sanità, massoneria, politica, pedofilia e corruzione, ma il suo tarlo è la denuncia sociale.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream