In Polonia il docufilm “Un paese di Calabria”, dedicato all’accoglienza a Riace

Costato 380mila euro, è stato proiettato al Forum Economico di Krynica Zdròj. La pellicola, accolta con favore in Francia ha trovato difficoltà in Italia

mercoledì 5 settembre 2018
15:52
31 condivisioni

'Un paese di Calabria' di Shu Aiello e Catherine Catella, docufilm che affronta il tema del modello di accoglienza dei migranti che ha avuto successo a Riace, è stato proiettato al 28/o Forum Economico di Krynica Zdròj (Polonia), il più importante evento annuale dell'Europa centro-orientale, che vede oltre quattromila partecipanti e 180 eventi in tre giorni che spaziano tra politica, ambiente, economia, sociale e cultura. Al termine della proiezione ospite del dibattito è stata la coproduttrice italiana della pellicola, Serena Gramizzi, della BoFilm.

Nel corso del suo intervento la Gramizzi ha riferito che il docufilm, costato circa 380 mila euro e uscito nel 2016 dopo cinque anni di impegno di quattro produttori, ha avuto una grande accoglienza in Francia, mentre ha trovato difficoltà, anche nella distribuzione, in Italia, a causa dell'argomento trattato. La pellicola racconta di un paese abbandonato dai giovani che rinasce, su intuizione del sindaco di Riace, Domenico Lucano, grazie all'accoglienza e all'integrazione dei migranti, oggi parte produttiva del paese. Ultima produzione alla quale ha lavorato la Gramizzi è 'Almost Nothing' di Anna de Manincor dedicato ai diecimila scienziati del Cern che lavorano come fossero un grande unico cervello.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: